rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Walter Rafaschieri a Bari, in primo grado ergastolo per Giovanni Palermiti

Per concorso nello stesso omicidio sono stati condannati, a 20 anni e a 9 anni e 4 mesi, il pluripregiudicato Filippo Mineccia e Domenico Milella (collaboratore di giustizia)

Il gup del Tribunale di Bari ha condannato Giovanni Palermiti all'ergastolo nel processo di primo grado con rito abbreviato per il duplice agguato mafioso del 24 settembre 2018 in cui morì Walter Rafaschieri e rimase ferito suo fratello Alessandro. Lo riporta l'Ansa. Giovanni Palermiti, figlio di Eugenio, boss del quartiere Japigia, è accusato di aver organizzato ed eseguito il delitto.

Per concorso nello stesso omicidio sono stati condannati, a 20 anni e a 9 anni e 4 mesi, il pluripregiudicato Filippo Mineccia e Domenico Milella (collaboratore di giustizia). Nel processo è imputato anche l'ex comandante della polizia locale di Sammichele di Bari, Domenico D'Arcangelo, al quale è stata inflitta una pena a cinque anni di reclusione con l'esclusione dell'aggravante di mafiosa. Condannati anche Michele Ruggeri (17 anni e 8 mesi), Gianfranco Catalano (9 anni e 5 mesi) e Riccardo Campanale (18 anni). Pene più lievi, comprese fra 4 anni e un anno e due mesi, sono state inflitte agli altri tre imputati: Ignazio Froio, Domenico Lavermicocca e Francesco Triggiani. Assolto Roberto Froio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Walter Rafaschieri a Bari, in primo grado ergastolo per Giovanni Palermiti

BariToday è in caricamento