Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Palese - Macchie

Siringhe, lacci e rifiuti: il degrado dell'ex stabilimento Mitiladriatica a Palese

La denuncia è dell'associazione 'In Verticale': "Chiediamo un immediato intervento comunale, in modo da ripristinare le condizioni minime di sicurezza sul lungomare"

L'ex stabilimento della Mitiladriatica tra Palese e Santo Spirito, ormai in stato di abbandono, è diventato un rifugio per i tossicodipendenti. A denunciarlo è il gruppo 'In Verticale' che ha effettuato un sopralluogo nell'area in degrado: siringhe, aghi e lacci emostatici, ma anche rifiuti "in un luogo - come riferiscono dall'associazione - che dovrebbe essere rimesso in sesto, se non altro per la sua vicinanza a luoghi di intrattenimento parecchio frequentati".
Il valore della struttura supererebbe il milione di euro. 'In Verticale' "intende sensibilizzare l'opinione pubblica sulla pericolosità sociale che può avere consegnare per anni uno stabilimento di quel valore alla mercé di rifiuti, droga e malaffare" richiedendo "un immediato intervento comunale, in modo da ripristinare le condizioni minime di sicurezza sul lungomare. Non è ammissibile attendere oltre. O si affida la gestione a qualcuno che possa garantirne l'uso, magari a fini sociali, o si procede all'abbattimento"
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siringhe, lacci e rifiuti: il degrado dell'ex stabilimento Mitiladriatica a Palese

BariToday è in caricamento