L'area dell'ex cementeria di Modugno ospiterà un parco urbano: c'è l'ok dal Consiglio comunale

La proposta della vicesindaca Benedetto è stata accolta anche dalle opposizione. L'area verde sarà dedicata alla memoria di Pinuccio Loiacono, medico anestesista che si è sempre speso per migliorare la vita dei modugnesi

L'ex cementificio della Italcementi di Modugno diventerà un parco urbano. È arrivato sabato l'ok dal Consiglio comunale alla proposta del vicesindaco Francesca Benedetto, che ha trovato approvazione anche dalla minoranza, alla presenza dei rappresentnati dell'azienda Italgen. Il nuovo parco sarà intitolato a Pinuccio Loiacono, medico anestesista che ha sempre avuto a cuore il miglioramento della qualità della vita della comunità modugnese. Una svolta 'green' per l'area, negli scorsi anni al centro di una polemica per l'allarme relativo alla presenza di amianto in zona.

La proposta per il parco urbano prevede - in accordo con l'attuale proprietà del sito della ex cementeria - la cessione, a titolo gratuito, al Comune di Modugno di un'area di 19 ettari, che sarà riqualificata in parco pubblico. L'azienda conserverà invece una porzione di proprietà all'interno del sito, per realizzare un impianto fotovoltaico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un percorso, quello che ha per obiettivo la creazione di un grande parco urbano, che pratichiamo da tempo e che realizza un punto tra i più qualificanti delle linee programmatiche dell'amministrazione approvate dal Consiglio nel 2015 - ha dichiarato a riguardo il sindaco Magrone - Rivendichiamo di aver lavorato da sempre, sin da quando eravamo solo una espressione come le altre della società civile, per arrivare al risultato di oggi". Gli fa eco la vicesindaca Benedetto: "Ancora un tassello, un tassello molto grande, che restituisce dignità allo spazio urbano della nostra città, facendolo crescere in un'ottica opposta a quella perseguita fino a qualche anno fa, quando crescita e progresso erano concepiti solo come espansione edilizia. Questa volta parliamo di una zona in cui le particolarissime peculiarità naturalistiche si riappropriano di uno spazio precedentemente occupato da un insediamento industriale. Con il passo compiuto oggi in Consiglio comunale, andiamo ad assecondare il recupero ambientale di un angolo naturalistico meraviglioso messo a disposizione della comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento