Dalla 'Cena degli Abbracci' ai servizi di base per le persone fragili: le novità del Piano Emergenza Freddo

In occasione dell'inverno e delle Festività il Comune e la Rete di associazioni un lungo programma di iniziative ed azioni dedicati ai cittadini in difficoltà

Una sessantina di realtà territoriali coinvolte per interventi strutturali ed integrati in favore delle persone fragili, senza fissa dimora e sole: il Comune di Bari e la Rete cittadina di contrasto alla povertà estrema hanno presentato il Piano Operativo Emergenza Freddo per l'inverno. Numerose le azioni previste in queste settimane, con particolare riferimento ai giorni dfi Fine Anno: dai pranzi alle cene solidali in occasione delle Festività Natalizie e del Capodanno con l'impegno costante di mense parrocchiali e associazioni di volontariato, ai servizi di base (abiti, servizi igienici, docce, orientamento sociale e legale) a quanti versano in condizioni di difficoltà. (TUTTI I DETTAGLI NELL'ALLEGATO IN BASSO)

Prevsito anche l'avvio di sei progetti sperimentali di contrasto alle povertà alimentari e sociali, tra cui il primo banco farmaceutico cittadino: “Il piano è parte di un lavoro più ampio che da 5 anni stiamo portando avanti e che ci ha permesso di elaborare, come città di Bari e assessorato al Welfare, il primo programma cittadino di contrasto alla grave marginalità adulta, a partire dai bisogni espressi dal territorio - ha affermato l'assessore cittadino al Welfare Francesca Bottalico -. Siamo orgogliosi di poter dire che non lavoriamo più in emergenza, perché tutto questo rientra in un percorso di interventi quotidiani e altamente professionali, rivolti alle fasce più fragili della cittadinanza, dagli anziani alle persone senza dimora.

“Desidero ringraziare l’assessorato al Welfare e tutti i componenti della rete cittadina per quanto si sta realizzando a Bari - ha aggiunto il direttore della Caritas diocesana don Vito Piccinonna -. Penso che in questo momento storico sia importante spronare la società civile con messaggi educativi e solidali in modo che scelgano di dedicare una parte del loro tempo a quanti sono in condizioni difficili. Tanto più che, con l’approvazione del decreto sicurezza, tanti fratelli e sorelle vivranno tempi particolarmente duri. Vedo e ascolto migranti preoccupati per la loro sorte e noi tutti abbiamo il dovere di stargli vicino. Per questo la Caritas ha aderito alla manifestazione nazionale che lunedì 10 dicembre, in occasione dei 70 anni dall’approvazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, si terrà in molte città italiane. A Bari partiremo alle 18.15 da piazza Cesare Battisti. Spero partecipino in tanti per manifestare la nostra visione di una società più giusta e solidale nei confronti di chi ha più bisogno di sostegno, al di là del colore della sua pelle o della sua fede religiosa".

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento