menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Docenti universitari in sciopero, salta il primo appello degli esami autunnali

Sono in 162 - tra professori e ricercatori - ad aver incrociato le braccia. Slitta al secondo appello la sessione autunnale (28 agosto-31 ottobre). Gli studenti: "La protesta non gravi sulla nostra carriera"

Sarà un rientro dalle vacanze estive 'movimentato' quello degli studenti dell'Università Aldo Moro di Bari. Con una nota ufficiale, 162 docenti e ricercatori dell'Ateneo hanno comunicato la loro volontà di non svolgere la prima giornata di appello della sessione autunnale degli esami, prevista dal 28 agosto al 31 ottobre prossimi. Il motivo dello sciopero è duplice, come spiegano gli oltre 5400 partecipanti a livello nazionale, appartenenti a 79 università ed enti di ricerca. In primis le classi e gli scatti degli stipendi, bloccati nel quinquennio 2011-2015, che i manifestanti vorrebbero riaprire dal primo gennaio 2015 e non dal primo gennaio 2016, come attualmente previsto. Legato a questo è poi il "riconoscimento ai fini giuridici del quadriennio 2011-2014, con conseguenti effetti economici a partire dal primo gennaio 2015".

Conseguenza dello sciopero sarà quindi lo slittamento della sessione di un appello, per recuperare quello mancato. Lo sciopero non durerà comunque più di una giornata, assicurano i docenti, e non coinvolgerà le sessioni successive a quella autunnale. Inoltre c'è l'impegno di proseguire con tutte le altre attività di tipo istituzionale. "Nelle sedi in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello - scrivono nella nota - per gli esami di profitto in tale periodo, e questo cada nel periodo anzidetto, ci asterremo dal tenere tale appello, per la durata massima di 24 ore corrispondenti alla giornata fissata, ma chiederemo alle strutture degli Atenei di competenza di fissare un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero".

Come si può immaginare, la notizia ha provocato diversi malumori nella comunità studentesca. "Limitare la possibilità di sostenere esami negli appelli della sessione autunnale - commenta la componente del Consiglio di amministrazione di 'Up-Università protagonista' Anna Santamaria - equivale a negare una serena programmazione dello studio, provocando nella maggior parte dei casi un blocco nella carriera accademica. Come è già successo nel 2014 e nel 2015, ci troviamo a ribadire quanto sia inaccettabile far gravare sugli studenti tali questioni, che esulano da ambiti come didattica e formazione. Ogni protesta va condotta con modalità diverse, e penalizzare la comunità studentesca non sarà l'arma vincente per portare a termine con successo questa campagna".

In allegato l'appello con i nomi dei docenti che partecipano allo sciopero.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento