Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

Asl Bari, protesta dei precari in via Capruzzi. In 100 rischiano il licenziamento

Questa mattina il sit-in davanti alla sede del Consiglio regionale, poi l'incontro con il presidente Introna e l'assessore alla Salute Gentile. I lavoratori - medici, infermieri e tecnici - chiedono il rinnovo del contratto in scadenza a fine luglio

Rischiano di essere mandati a casa proprio nel mese di agosto, quando nel settore della sanità l'emergenza legata alla carenza di personale si fa maggiormente sentire. Sono i circa 100 dipendenti precari della Asl Bari - medici, infermieri, tecnici ospedalieri - che oggi hanno manifestato davanti alla sede del Consiglio regionale per richiamare l'attenzione sulla loro situazione. Il loro contratto scade a fine luglio, e rischia di non essere rinnovato dalla Asl, che ha deciso di non concedere un ulteriore proroga.

A margine del sit-in di protesta in via Capruzzi, una delegazione di lavoratori  guidata dal segretario generale dell’Usppi Nicola Brescia, è stata ricevuta dal presidente del consiglio Introna, dall’assessore Gentile, dai capigruppo del Pdl Zullo e la Puglia per Vendola Disabato e da altri consiglieri regionali. Nel corso dell'incontro i lavoratori hanno fatto presente come il mancato rinnovo del contratto e quindi l’allontanamento in pieno agosto dalle aree critiche in cui sono impegnati quasi tutti i medici, infermieri e tecnici interessati, condurrebbe al collasso la sanità nel barese. "Gli uffici dell’Assessorato regionale - si legge in una nota diffusa dall'Usppi  al termine dell'incontro - stanno approfondendo gli aspetti tecnici e normativi e l’assessore Gentile ha confermato di poter fornire risposte a breve, nei prossimi giorni, nonostante le difficoltà logistiche del trasferimento in atto nella nuova sede barese. L’Usppi/Puglia è insoddisfatta dell’esito dell’incontro con l’ass. Gentile, che da troppo tempo prende impegni ma non li rispetta, portando all’esasperazione i lavoratori che annunciano nuove proteste, nuovamente dinanzi al prossimo consiglio regionale che forse si terrà martedì prossimo. Qualora l’assessore Gentile, dovesse entro giovedì prossimo, dare risposte positive, l’Usppi revocherà il sit – in programmato per il prossimo consiglio regionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl Bari, protesta dei precari in via Capruzzi. In 100 rischiano il licenziamento

BariToday è in caricamento