rotate-mobile
Cronaca Acquaviva delle Fonti

Ragazza di 16 anni travolta da treno ad Acquaviva, gli investigatori: "Un tragico incidente"

Le indagini sono condotte da Polizia Ferroviaria e Carabinieri con il coordinamento del pm della Procura di Bari, Manfredi Dini Ciacci. Nelle scorse ore sono stati ascoltati alcuni amici della vittima confermando l'ipotesi della tragedia

Un tragico incidente: è la conclusione alla quale sono giunti gli investigatori sulla morte di una ragazza di 16 anni originaria di Cassano Murge, travolta ieri sera nelle immediate vicinanze della stazione di Acquaviva (Bari) da un treno in transito.

Le indagini, riporta l'Ansa, sono condotte da Polizia Ferroviaria e Carabinieri con il coordinamento del pm della Procura di Bari, Manfredi Dini Ciacci. Nelle scorse ore sono stati ascoltati alcuni amici della vittima confermando l'ipotesi della tragedia. La ragazza, forse distratta perché indissava delle cuffiette, non si sarebbe accorta dell'arrivo del treno alla velocità di circa 100 km orari, finendo risucchiata e sbattendo con violenza contro una carrozza. In mattinata il medico legale Biagio Solarino effettuerà l'esame esterno cadaverico nel Policlinico di Bari. L'orientamento del pm è quello di non fare l'autopsia, perché la dinamica sarebbe chiara e al momento non si ipotizzano responsabilità.

Il sindaco Carlucci: "Lutto cittadino"

In un messaggio su Facebook, il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci, ha espresso il porprio cordoglio per la vicenda: "Per la seconda volta nel giro di pochi giorni dovremo proclamare il lutto cittadino per una tragedia ancora più grande di quella appena vissuta con la perdita del caro vicesindaco Austacio Busto, perché colpisce una ragazzina cassanese di appena 16 anni travolta da un treno nella nostra stazione ferroviaria".

Ieri sera, spiega il primo cittadino, "giusto un paio d'ore prima che avvenisse il terribile incidente, ho personalmente accompagnato gli agenti di Polizia locale in un giro di controllo in stazione durante il quale, dopo aver provato a dialogare con alcuni dei ragazzi che frequentano quel posto per capirne le ragioni, li abbiamo invitati a trascorrere il loro tempo in altri luoghi più sicuri della città. Non è certo la prima volta che ci ritroviamo a occuparci dei problemi di sicurezza che si presentano lungo la linea ferroviaria. Ora, però, è successo l'irreparabile. La nostra comunità si stringe intorno ai familiari e agli amici della vittima" conclude Carlucci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza di 16 anni travolta da treno ad Acquaviva, gli investigatori: "Un tragico incidente"

BariToday è in caricamento