Aveva compiuto due rapine nello stesso mese a Molfetta: arrestato a Rimini un 33enne

L'uomo si era trasferito nella città romagnola per cercare lavoro. I carabinieri sono arrivati a lui analizzando le telecamere di sorveglianza del ristorante e dell'appartamento privato presi di mira a gennaio

Aveva rapinato, armato di pistola, un ristorante e un appartamento nel mese di gennaio. Ora invece è finito in carcere l'autore dei due atti criminali: si tratta di un 33enne di Molfetta, già conosciuto alle forze dell’ordine. L'uomo è stato fermato in un albergo di Rimini, dove si era trasferito da poco per cercare lavoro, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta, coadiuvati dai colleghi della locale Compagnia. Ora si trova nell'istituto penitenziario della città romagnola.

Le due rapine

Dopo mesi di indagini, che si sono valse anche dei sistemi di videosorveglianza della zona, i militari hanno potuto assicurare alla giustizia l'autore delle due rapine. Simile il modus operandi: nella prima il giovane - a volto scoperto - aveva minacciato con una pistola, nascosta nella cintola, la cassiera e la proprietaria di un ristorante nel centro di Molfetta per farsi consegnare l'incasso. Ottenendo però solo 20 euro. Il secondo colpo è avvenuto pochi giorni dopo: l'uomo aveva preso di mira un appartamento dove si stava per svolgere una festa privata. Sempre celando una  pistola, aveva minacciato di morte il proprietario dell’immobile e, dopo essersi fatto consegnare il denaro contenuto nel portafoglio, lo aveva costretto a recarsi al bancomat per prelevare 250 euro. Il tutto era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza dell’istituto di credito.

L’Autorità Giudiziaria di Trani, analizzate le ricostruzioni investigative, ha emesso un’ ordinanza di custodia cautelare a carico del rapinatore, ritenendolo colpevole delle due rapine, aggravate nel secondo episodio dal fatto  che si era introdotto all’interno di una abitazione privata e in seguito per  aver commesso il fatto nei confronti di persona che aveva appena fruito dei servizi di sportelli automatici adibiti al prelievo di denaro .E potrebbero non essere gli unici colpi che vedono come autore il rapinatore seriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento