Cronaca Murat / Via Argiro

Via Argiro, il Pdl: "Fondi pronti dalla circoscrizione, ma il Comune non fa la sua parte"

L'opposizione all'attacco sulla riqualificazione del nuovo corso pedonale: i soldi per l'arredo urbano ci sono, ma il Comune tarda nei lavori di manutenzione straordinaria. D'Ambrosio Lettieri ribadisce: "Sulle sorti della strada unità di vedute"

I soldi della nona Circoscrizione per gli arredi urbani in via Argiro sono pronti, ma il progetto di  riqualificazione incontra 'l'ostruzionismo' del Comune, che ancora tarda a farsi a carico dei lavori di manutenzione straordinaria del nuovo corso pedonale. Il Pdl cittadino va all'attacco della giunta Emiliano, e in una conferenza stampa convocata in mattinata esprime "con una sola voce" la propria posizione in merito alla pedonalizzazione della strada. Una precisazione, quella sulla "unità di vedute" dell'opposizione circa le sorti di via Argiro, fatta in apertura dell'incontro dal coordinatore cittadino del Pdl, il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri, e ribadita in chiusura dal suo vice Marcello Gemmato, per smentire i presunti contrasti interni al partito - ed in particolare tra consiglieri comunali d'opposizione e la Circoscrizione guidata da Ferorelli - proprio in merito alla necessità di chiedere la revoca della chiusura al traffico di via Argiro.

Per il Pdl, insomma, non è in discussione la pedonalizzazione della strada, quanto piuttosto l'atteggiamento del Comune, accusato di fare "ostruzionismo" nei confronti delle proposte del centrodestra e di non aver fatto seguire alla fase sperimentale di chiusura al traffico un progetto più ampio e completo di riqualificazione della strada. "Non vorremmo - ha sottolineato D'Ambrosio Lettieri - che la vicenda di via Argiro si concluda come quella di via Sparano, con un concorso di idee e progetti che alla fine sono rimasti sulla carta".

"Noi siamo favorevoli alla chiusura al traffico - prende la parola Ninni Cea - e anzi per noi la pedonalizzazione andrebbe anche estesa ad altre strade del murattiano. Però puntiamo il dito contro la mancanza di progettazione, contro l'inerzia del Comune che in un anno non ha ancora stanziato le somme, nè preparato il progetto per la riqualificazione. Per chiudere la strada al traffico non basta mettere delle fioriere per non far passare le auto".

"Noi come Circoscrizione - incalza Ferorelli - la nostra parte l'abbiamo fatta, abbiamo stanziato le risorse per gli arredi urbani. Per quanto riguarda il Comune, che dovrebbe occuparsi del rifacimento del manto stradale, sappiamo che ci sarebbero dei fondi disponibili ma di fatto non risultano delibere in merito. Mi chiedo allora - aggiunge con una nota polemica il presidente della IX Circoscrizione - come abbia fatto Lacarra (l'assessore ai Lavori Pubblici, ndr) a stanziare in pochissimi mesi 50mila euro per le fioriere su corso Cavour, e non si riesca invece ad intervenire in tempi altrettanto rapidi per via Argiro". Ma difficilmente, spiega il consigliere comunale Giuseppe Loiacono, i tempi di intervento su via Argiro potranno essere rapidi. Perchè il rifacimento dell'asfalto - chiarisce Loiacono - in quanto manutenzione straordinaria, avrebbe dovuto essere inserito nel piano triennale delle opere pubbliche, cosa che invece non è stata fatta. Una soluzione però ci sarebbe: 'trasformare' la manutenzione straordinaria in ordinaria, limitandosi, dice Ferorelli, ad una semplice "passata di asfalto sulla strada, come è stato fatto anche in via De Rossi". Intanto, la Circoscrizione potrebbe comunque procedere - come sembra intenzionata a fare -  con l'installazione degli arredi urbani. Anche se, ironizzano gli esponenti del centrodestra, "è come comprare i mobili senza prima ristrutturare la casa".

Ma l'idea di procedere subito con gli arredi urbani, probabilmente, non dispiacerebbe a cittadini e commercianti, che almeno vedrebbero un primo passo concreto verso la riqualificazione della strada. Gli stessi cittadini ai quali gli esponenti del Pdl non escludono di  rivolgersi, lanciando una raccolta firme per chiedere al Comune di accelerare i lavori su via Argiro.

LA REPLICA DI DECARO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Argiro, il Pdl: "Fondi pronti dalla circoscrizione, ma il Comune non fa la sua parte"

BariToday è in caricamento