menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Nicola, il percorso e le tappe del corteo storico

Il corteo si muoverà alle 20 dal Castello Svevo. Tra le novità di quest'anno, il passaggio dei figuranti su via Venezia

Cresce l'attesa per il corteo storico di San Nicola in programma giovedì prossimo, 7 maggio, che segna l'inizio dei tre giorni di festa dedicati al Santo Patrono.

Una rievocazione storica, quella di quest'anno, affidata alla direzione artistica di Sergio Rubini, e che vedrà alcune novità rispetto al passato. Tra queste, la partecipazione di una rappresentanza delle comunità straniere devote al santo, che porteranno con sé le icone votive e intoneranno i canti nicolaiani dei rispettivi paesi di provenienza. Inoltre il corteo si svolgerà alla luce delle fiaccole: l'illuminazione pubblica, infatti, si spegnerà di tratto in tratto al passaggio dei figuranti. Prevista anche una piccola novità nell'itinerario: il corteo, dopo aver attraversato il primo tratto del lungomare Imperatore Augusto, imboccherà via Venezia percorrendola fino alla scaletta della Basilica del San Nicola. Il passaggio sarà però interdetto al pubblico, che potrà assistervi dal lungomare adiacente.

Come da tradizione, le celebrazioni del 7 maggio avranno inizio  nel pomeriggio da Baia di San Giorgio. Alle 18.00 il quadro di San Nicola, custodito nella chiesetta di San Giorgio, parte in processione verso l’anfiteatro. Al termine della Santa messa, i canti del gruppo musicale Terrae accompagneranno l’imbarco del quadro del Santo su un gozzo che traghetta l’icona sacra presso il peschereccio, che partità poi alla volta del molo San Nicola.

La partenza del corteo storico è prevista alle 19.45 dal Castello Svevo. I timpanisti annunceranno la composizione del corteo percuotendo i tamburi. Del gruppo farà parte anche il quartetto vocale delle Faraualla. I rappresentanti delle altre comunità sfileranno portando con sé la propria icona votiva rappresentante il volto di San Nicola coperto da un tessuto e intonando i propri canti in onore del Santo.

Il corteo arriverà poi al Molo San Nicola per accogliere il peschereccio che porta il quadro del Santo. Il quadro, seguito dai volti di San Nicola nel mondo, scoperti dai partecipanti delle comunità internazionali, sarà portato in processione dal peschereccio sino al barcone.

Il corteo riprenderà quindi il percorso verso la Basilica, percorrendo il primo tratto del lungomare Imperatore Augusto. Poi - novità di quest'anno - devierà a sinistra imboccando via Venezia in direzione del Fortino. Il tratto sarà chiuso al pubblico che potrà assistere al passaggio dei figuranti dal lungomare.

L'arrivo alla Basilica è previsto intorno alle 21.45. Sul frontale della chiesa sarano proiettate le sagome sfocate dei barconi in preda ai disagi della navigazione mentre una voce narrante (quella di Vito Signorile), in dialetto barese, ne racconterà la storia. Qui, dopo un'ulteriore perfomance che rievocherà il “miracolo dell’uccellino”, il corteo si concluderà, con la consegna del quadro del Santo nelle mani del priore della Basilica Ciro Capotosto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento