Cronaca Stanic / Contrada Sopramarzo

San Paolo: rubano cavi elettrici in una ditta abbandonata, arrestati

I due sono stati sorpresi dai carabinieri mentre erano intenti a sfilare i cavi elettrici dall'impianto di una ditta in disuso. Poco lontano altri 30 chili di fili accatastati pronti per essere caricati sull'auto dei due malviventi

Uno sfilava i cavi elettrici da una tubazione in ottone installata sotto il soffitto e l’altro si adoperava nell’avvolgerli in matasse. È la scoperta fatta nella tarda mattinata di ieri al quartiere San Paolo dai carabinieri, che hanno arrestato un 41enne e un 44enne, entrambi del luogo e noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato in concorso e danneggiamento.

I militari, insieme ai dipendenti di un istituto di vigilanza privata, hanno sorpreso i due mentre erano intenti a sfilare cavi elettrici dall’impianto di una ditta in disuso, ubicata in contrada Sopramarzo. Questi, alla vista dei militari, hanno tentato la fuga, abbandonando refurtiva ed attrezzi, ma dopo un breve inseguimento a piedi sono stati raggiunti e bloccati. Il sopralluogo ha permesso di rinvenire circa 30 chili di cavi elettrici accantonati e pronti per essere caricati su di una Lancia Lybra, parcheggiata all’esterno della recinzione, nel cui bagagliaio sono stati rinvenuti altri cavi elettrici e dei vassoi metallici di dubbia provenienza, nonché numerosi attrezzi, tra cui tronchesi, cacciaviti e seghetti. I due sono stati rinchiusi nel carcere di Bari mentre la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo: rubano cavi elettrici in una ditta abbandonata, arrestati

BariToday è in caricamento