Scuola, torna il 'Mercatino del Libro usato' organizzato dall'Uds

Si rinnova l'iniziativa promossa dall'Unione degli Studenti contro il 'caro-libri': appuntamento a partire da lunedì 29 agosto presso lo spazio 'Zona franka' in via Marchese di Montrone

"Questa è la nostra risposta concreta alle speculazioni delle lobby editoriali, che di anno in anno modificano i codici ISBN dei libri senza cambiare sostanzialmente i testi scolastici, ma aumentando notevolmente i prezzi". Così i ragazzi dell'Unione degli Studenti annunciano, anche per quest'anno, l'iniziativa del Mercatino del Libro Usato, nata con l'obiettivo di contrastare il caro-libri.

Il mercatino aprirà i battenti lunedì 29 agosto, negli spazi di Zona Franka, in via Marchese di Montrone 80, dalle ore 10 alle ore 13 (orario mattutino fino al 17 settembre) dalle 16 alle 20, dal lunedì al venerdì. I libri rilasciati in contovendita vengono rivenduti al 50%, dai quali gli organizzatori trattengono un simbolico 5% del prezzo di copertina. Sarà attivo anche il servizio di consultazione online, a partire dal 29 agosto, su www.uds.bari.it/mercatino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Secondo Federconsumatori, ogni anno le famiglie si trovano a dover spendere circa 730€ per acquistare i soli libri di testo. L’analisi statistica, però, non tiene conto delle altre spese correlate all’inizio della scuola e alle enormi cifre che ogni studente è costretto a pagare. E’ inaccettabile che all’interno della scuola pubblica, e dunque, in teoria, accessibile a tutti, per poter accedere all’istruzione ogni studente debba essere costretto a sborsare cifre esorbitanti", afferma Davide Lavermicocca, coordinatore dell’Unione degli Studenti Bari. "Anche quest’anno il MIUR si è reso complice dei meccanismi speculativi delle lobby editoriali, riconfermando l’abolizione del vincolo pluriennale di adozione dei testi scolastici e consentendo, quindi, ai docenti di adottare ogni anno una nuova edizione - continua lo studente - A Bari, dall’a.s. 2013/14 (confermato anche per l’a.s. 2016/17), è attivo il comodato d’uso gratuito dei libri di testo, in via sperimentale in tutte le scuole della città. Si tratta di un piccolo obiettivo, raggiunto grazie alle mobilitazioni convocate dall’Unione degli Studenti in quegli anni, con il quale si garantisce agli appartenenti alle fasce di reddito più basse di ricevere gratuitamente i libri di testo", conclude Lavermicocca.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento