menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Uccise per errore un ragazzo all'esterno della discoteca", pena ridotta in appello

La Corte d'assise ha decretato un periodo di detenzione di 11 anni e otto mesi per Cosimo Magaletti, condannato per l'omicidio di un 33enne all'esterno del locale 'H25' a Bari

"Pena ridotta da 16 anni e quattro mesi a 11 anni e otto mesi": sarà questo il periodo di carcere che dovrà scontare il 38enne Cosimo Magaletti, sotto processo per l'omicidio del 33enne Giuseppe Di Terlizzi, ucciso per errore il 10 aprile 2011 all'esterno della discoteca barese 'H25'. A decretarlo la Corte d'assise, che nel processo di appello con rito abbreviato ha ridotto la pena originariamente inflitta al ragazzo, escludendo l'aggravante della recidiva

Magaletti con una lettera indirizzata alla famiglia della vittima si era scusato, chiedendo di avere una possibilità "per reinserirsi nella società e vivere onestamente". I familiari del 33enne ucciso, oltre al Comune di Bari, si erano costituiti parte civile nel processo. Il proiettile che uccise Di Terlizzi era in realtà indirizzato ad un minorenne, anche lui armato di revolver, che poco prima aveva tentato di sparare a Magaletti, senza riuscirci visto che l'arma si era inceppata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento