Cronaca

"Va pagato il tempo del cambio divisa": Asl costretta a risarcire dipendenti

La sentenza del Tribunale di Bari dà ragione a 13 impiegati dell'azienda sanitaria locale. Per i giudici il "tempo tuta" va retribuito

Anche il tempo perso ad indossare la divisa va pagato. A sentenziarlo è il Tribunale di Bari, che ha condannato l'Asl  di Bari a risarcire per 165mila euro 13 dipendenti. 

Per loro il giudice ha previsto una retribuzione per il corrispettivo di 20 minuti di lavoro dieci minuti prima e altri dieci dopo il turno, per ogni giorno di servizio effettivo dal 1995 ad oggi, oltre al pagamento delle spese processuali.  A fianco dei dipendenti dell'Asl si è schierata l'Usppi Puglia, che ha presentato ricorso per il tempo non pagato durante il cambio degli abiti di lavoro.

Una sentenza storica, che rischia di aprire la strada a tanti altri contenziosi simili, relativi al cosiddetto "tempo tuta". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Va pagato il tempo del cambio divisa": Asl costretta a risarcire dipendenti

BariToday è in caricamento