rotate-mobile
Cronaca

Smog, a Bari aria più pulita. Il Comune: "Polveri sottili al di sotto dei limiti"

I dati raccolti da Arpa Puglia , sulla base delle analisi effettuate dalle centraline in città, tracciano un quadro migliore rispetto alle altre metropoli italiane. L'assessore Petruzzelli: "Nessun rilevatore ha registrato più di 35 giorni con valori di Pm10 oltre i limiti"

Se a Milano e Roma si circola a targhe alterne o, nei casi più gravi, è stato dato lo stop alle auto, a Bari, complice una migliore situazione climatica, i dati delle centraline Arpa sul controllo dello smog in città segnalano una qualità dell'aria più pulita e salubre: Gli strumenti a disposizione - afferma l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli - hanno permesso di rilevare un numero di giorni di superamento dei valori in questo anno, ben al di sotto dei limiti di legge". Nessuna delle 'antenne olfattive' installate in varie zone della città, infatti, ha fatto registrare oltre 35 giorni di inquinamento alle polveri sottili dell'aria, soglia oltre la quale scattano divieti e procedure a tutela della salute dei cittadini.

In base ai dati Arpa, i punti dove si concentrano maggiormente le Pm10 sono in zona Cus e a Carbonara, rispettivamente con 19 e 17 giorni di superamento nel 2015. Dodici giorni oltre i limiti, invece, sia per la centralina di via Caldarola che per quella di Corso Cavour. Più 'pulita' l'aria a Poggiofranco-Carrassi: su viale Kennedy, infatti, i valori di Pm10 hanno superato i limiti solo in 8 situazioni: "A Bari - afferma Petruzzelli - da un po' di anni, grazie alle politiche sulla mobilità sostenibile, non abbiamo più un problema di polveri sottili". Nell'area metropolitana, invece, qualche picco supera anche i valori del capoluogo, come nel caso di Casamassima (29 giorni oltre i limiti) e Molfetta (20 giorni).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, a Bari aria più pulita. Il Comune: "Polveri sottili al di sotto dei limiti"

BariToday è in caricamento