Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Tar Puglia, 'effetto-crisi' anche sui ricorsi: - 14% in un anno

I dati resi noti durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario 2018: per il presidente, Angelo Scafuri, un calo legato alla crisi congiunturale e ai costi di accesso. Abbattuta la durata dei processi

Ricorsi in calo del 14 % in un anno e durata dei processi "ulteriormente abbattuta", con una capacità di definizione dei ricorsi pervenuti pari al 122%. Sono alcuni dei dati relativi all'attività del Tribunale amministrativo regionale (Tar) della Puglia, resi noti oggi in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario 2018.

Il dato del calo dei ricorsi, in particolare, per il presidente del Tar Puglia, Angelo Scafuri, va correlato anche alla crisi congiunturale e al costo d'accesso, ovvero il contributo unificato, che costituisce "un deterrente". 

"Notevolmente positivo", per il presidente Scafuri, il bilancio dello scorso anno, alla luce di una capacità di definizione dei ricorsi pervenuti pari al 122%", (1.350 nuovi ricorsi e decisi 1.643). Ulteriormente abbattuti i tempi dei processi, con "un tempo medio di circa un anno, un anno e mezzo, per ricorsi ordinari e di tre mesi" per quelli che prevedono binari accelerati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tar Puglia, 'effetto-crisi' anche sui ricorsi: - 14% in un anno

BariToday è in caricamento