Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Mungivacca / Via Appulo Guglielmo

Videosorveglianza abusiva nel cortile della casa popolare: denunciato 24enne

La scoperta dei carabinieri in uno stabile di proprietà dell'Arca in via Appulo, a Japigia. Denunciato un 24enne: dall'interno della sua abitazione il giovane monitorava gli accessi al condominio attraverso microtelecamere installate nei lampioni del cortile

Attraverso una serie di microtelecamere installate abusivamente nei lampioni del cortile monitorava gli accessi al condominio, probabilmente con l'intento di 'proteggersi' da eventuali controlli delle forze dell'ordine. E' quanto hanno scoperto i carabinieri della Compagnia di Bari centro in un complesso di case popolari in via Appulo, al quartiere Japigia.

I militari, durante un servizio di controllo nella zona, si sono insospettiti nel notare un gruppo di persone che sostava nei pressi del giardino condominiale di un palazzo. Alla vista dei carabinieri il gruppo si è immediatamente dissolto, e tutti i componenti hanno iniziato a scappare dileguandosi in pochi attimi. I carabinieri hanno quindi iniziato un’attenta perquisizione dell’intera area condominiale, estesa anche ad un’abitazione ricavata al piano terra del palazzo ed in uso ad un 24enne. Entrati in uno dei locali, i militari hanno scoperto il monitor sul quale comparivano le immagini in diretta dell’esterno Il monitor con le quattro videoripree-2dell’abitazione. 

È stata quindi avviata una nuova ispezione, che ha consentito di individuare e sottoporre a sequestro quattro sofisticate micro telecamere, tutte abilmente posizionate all’interno dei lampioni del condominio e che riprendevano sia l’interno che l’esterno del palazzo, al fine di controllare l’eventuale arrivo di forze dell’ordine.  Il giovane è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento aggravato, trattandosi di un immobile di proprietà dell’ A.R.C.A. Puglia.

Nell’ambito dello stesso servizio di controlli, i carabinieri hanno anche sequestrato 21 dosi di marijuana scovate nell’intercapedine della cantinola dell’abitazione di un pregiudicato 35enne della zona, che è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga, pari a circa 30 grammi e l’impianto di videosorveglianza, disinstallato, sono stati posti sotto sequestro.
 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videosorveglianza abusiva nel cortile della casa popolare: denunciato 24enne

BariToday è in caricamento