menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre a Mare, maxi sequestro di marijuana: arrestato 64enne

Il carico intercettato dai carabinieri durante lo sbarco: la droga veniva nascosta all'interno di una villetta abbandonata sul litorale, da dove poi sarebbe stata 'smistata' nelle diverse zone della città

Una villetta disabitata sul litorale di Torre a Mare utilizzata come nascondiglio per il maxi carico di marijuana appena giunto sulla costa barese a bordo di un natante. A scoprire il 'deposito', sequestrando sette quintali di droga, sono stati i carabinieri della Compagnia di Bari centro.

Il blitz è scattato nella nottata di ieri, sulla costa in località Torre a Mare. I militari, coadiuvati da un elicottero dell’Arma e dalla Capitaneria di Porto di Bari, hanno intercettato i movimenti di un uomo che stava effettuando lo scarico, da un natante approdato poco prima sul litorale, di grossi imballi, accuratamente incellofanati per evitarne il deterioramento, che venivano trasportati all’interno del  cortile di una casa abbandonata posta fronte mare. 

I carabinieri appostati nelle villette adiacenti, hanno seguito i movimenti dell'uomo attraverso sofisticati visori notturni, per poi entrare in azione, con il supporto di altre pattuglie fatte convergere sul posto. Per l'uomo è scattato l'arresto: si tratta del 64enne Renato Colasuonno, già noto alle forze dell'ordine per reati legati al traffico di stupefacenti.

VIDEO: IL CARICO DI DROGA SEQUESTRATO DAI CARABINIERI

Le successive perquisizioni eseguite all’esterno e all’interno della casa disabitata, utilizzata all’occorrenza come deposito, hanno consentito di rinvenire e sequestrare quasi 7 quintali di marijuana, nonché l’autovettura a bordo della quale l’indagato avrebbe, poco a poco, caricato lo stupefacente per poi smerciarlo nei quartieri del capoluogo barese.

La droga che, una volta immessa sul mercato dello spaccio al dettaglio avrebbe fruttato un guadagno stimato in non meno di 5 milioni di euro, è stata sequestrata ed analizzata dal Laboratorio della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari. Il 64enne è stato condotto in carcere.

Il sequestro effettuato dai carabinieri - uno dei più grandi effettuati in città negli ultimi anni - conferma come anche il litorale barese sia sempre più spesso punto di approdo di imbarcazioni che trasportano grossi quantitativi di droga sulla costa, provenienti in particolare dall'Albania. Soltanto pochi giorni fa, un sequestro simile è stato effettuato dalla polizia a Monopoli: anche in quel caso, una villa disabitata a pochi passi dal mare era stata utilizzata come 'deposito' per la sostanza stupefacente appena scaricata sulla costa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento