Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Triggiano

Triggiano, randagi maltrattati e uccisi? Il M5S: "Agire al più presto"

Segnalati, negli ultimi giorni, casi di presunti avvelenamenti ai danni di gattini. Alcuni cani, invece, sarebbero stati colpiti con proiettili per il 'softair'. La Lav: "E' uno dei comuni più inadempienti sulla questione. Non c'è neppure un canile sanitario"

Maltrattamenti su cani e gatti, in alucni casi tali da arrivare all'uccisione dei poveri animali. A Triggiano c'è una "vera e propria emergenza" riguardante episodi contro i randagi, estremamente presenti nel territorio della cittadina alle porte di Bari. A segnalare il problema è la consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle, Viviana Guarini, testimone di un presunto avvelenamento ai danni di un gattino: "L'episodio risale a qualche giorno fa - spiega Guarini - . Il gatto era vicino casa mia che giaceva sull'asfalto. Purtroppo non è stato sufficiente portarlo al veterinario. Ho chiesto di far svolgere un'autopsia e la causa della morte potrebbe riguardare proprio l'avvelenamento".

Tra le varie segnalazioni raccolte dalla consigliera del M5S, anche numerosi casi di maltrattamenti con gli animali bersaglio di pallini e altri colpi sparati con armi utilizzate per la pratica del soft-air, specialità di guerra simulata tra gioco e sport.Guarini, nei prossimi giorni, incontrerà il sindaci di Triggiano, Denicolò, per chiedere provvedimenti e azioni concrete per fronteggiare il problema. A confermare la difficile situazione nel paese, anche la Lav: "Triggiano - afferma Sara Leone - è tra i comuni inadempienti per gli obblighi verso il randagismo. Non consente di raccogliere gli animali per sterilizzarli alla Asl e non ha neppure un canile sanitario. Diversa gente è esasperata dalla presenza degli animali che vagano per strada, ma ovviamente tutto ciò non giustifica minimamente gli atti contro di loro segnalati nei giorni scorsi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triggiano, randagi maltrattati e uccisi? Il M5S: "Agire al più presto"

BariToday è in caricamento