Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Casamassima / Via Tagliamento

Danneggiato dopo due giorni il monumento contro le mafie a Casamassima: "Gesto inaccettabile"

La 'Pietra della memoria' era stata installata in via Tagliamento per ricordare il sacrificio dei tanti che hanno perso la vita per combattere la criminalità organizzata. Dure parole del sindaco Nitti

Dopo 48 ore i vandali sfregiano la memoria delle vittime di mafia. Sfregiata è stata infatti ritrovata la 'Pietra della memoria', la colonna installata in via Tagliamento, a Casamassima, su iniziativa dell'associazione 'Progetto di vita' in collaborazione con il Comune di Casamassima. Solo due giorni fa era stata installata in ricordo di tutti coloro che hanno perso la vita nella lotta alla criminalità organizzata, prima di essere spostata da ignoti e rovinata, come appare nelle foto postate sui social, che grande indignazione hanno creato tra i casamassimesi e non solo.

"Tutto questo è inaccettabile - il commento del sindaco, Giuseppe Nitti - E non può né deve essere minimizzato, perché è proprio attraverso lo sminuire, il soprassedere, il lasciar correre nel silenzio che le mafie si alimentano e trovano linfa. Colpire la Pietra della Memoria vuol dire offendere il ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Angelo Vassallo e tutti gli eroi che hanno pagato con la vita la loro lotta alla criminalità e al malaffare". Non è ancora chiaro se si tratti di una bravata da parte di alcuni ragazzi o se invece qualcuno non ha voluto lanciare un messaggio forte alla cittadinanza. Intanto dall'associazione promotrice dell'evento hanno già annunciato una denuncia una volta scoperti i responsabili dell'atto vandalico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggiato dopo due giorni il monumento contro le mafie a Casamassima: "Gesto inaccettabile"

BariToday è in caricamento