Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Mungivacca / Via Giovanni Amendola

Via Amendola a quattro corsie, si comincia con gli espropri: "L'avvio dei lavori dopo Natale"

L'annuncio del sindaco Decaro: il cantiere vero e proprio dovrebbe partire dopo la pausa natalizia, per una durata prevista di due anni. Il primo cittadino: "Ci saranno critiche e polemiche, ma l'opera è importante e necessaria"

Le attività di esproprio (di circa 35 particelle) hanno preso il via questa mattina, e dovrebbero terminare entro la settimana. Poi si provvederà a siglare il contratto con la ditta che dovrà eseguire i lavori, per far partire il cantiere dopo la pausa per le festività natalizie. Ad elencare le tappe che porteranno all'avvio degli interventi per l'ampliamento di via Amendola è il sindaco Antonio Decaro.

Con un video postato sulla sua pagina Facebook, il primo cittadino ha spiegato i prossimi step verso la realizzazione dell'opera, pur preannunciando "un cantiere difficile". "Di sicuro - avverte Decaro - ci saranno proteste e polemiche per i disagi, perché i lavori si svolgeranno senza interrompere il traffico e dureranno due anni, ma finalmente parte un'opera molto importante e necessaria per la città di Bari".

Al termine dei lavori, via Amendola diventerà una strada a quattro corsie, con spartitraffico centrale, e pista ciclabile bidirezionale. "L'allargamento di via Amendola - assicura il sindaco - renderà più fluido l'ingresso e l'uscita dalla città e permetterà a tanti pedoni e ciclisti di vivere questa zona".

Il progetto e gli interventi previsti

L’importo per la realizzazione dei lavori è di 2 milioni e 600 mila euro circa. Questi i principali interventi che saranno realizzati nel corso del cantiere: allargamento a destra della carreggiata stradale sistemata con due corsie per senso di marcia con spartitraffico centrale con aiuola, realizzazione di 3 rotatorie: viale Einaudi, via Laforgia e via Hahnemann; ricostruzione dei marciapiedi a sinistra e realizzazione di nuovi marciapiedi a destra; realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale sul marciapiede di nuova realizzazione; smontaggio e rimontaggio, nel rispetto dell’esistente, delle recinzioni storiche interessate dai lavori di allargamento della carreggiata; demolizione e ricostruzione delle recinzioni ordinarie interessate dai lavori di allargamento della carreggiata; adeguamento delle caditoie per la raccolta delle acque piovane; nuova sistemazione a verde e realizzazione di arredo urbano (panchine, fontanelle, paletti dissuasori, ecc.); illuminazione a led; realizzazione di barriere fonoassorbenti e di una speciale pavimentazione fonoassorbente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Amendola a quattro corsie, si comincia con gli espropri: "L'avvio dei lavori dopo Natale"

BariToday è in caricamento