Economia

Vertenza ex Auchan Casamassima al bivio, a rischio esubero 130 lavoratori: incontro interlocutorio tra i sindacati e Conad

Le organizzazioni sindacali: "Non si può firmare un accordo senza sapere, se chi subentrerà nel resto della superficie inutilizzata, si assumerà l'obbligo dell'assunzione dei lavoratori in esubero"

Incontro interlocutorio, tra le organizzazioni sindacali e Conad sulla vicenda del futuro dell'ex ipermercato Auchan di Casamassima, sul passaggio del punto vendita avvenuto proprio oggi  (4 febbraio, bdr) da Margherita distribuzione all'affittuaria Leonardo srl e al successivo passaggio in subaffitto a Ermes srl.

Sul piatto ci sono 130 lavoratori che rischiano l'esubero. Al momento la situazione è ancora fluida: "L'accordo di cassa integrazione straordinaria richiesta al tavolo oggi - spiegano i sindacati - non può diventare un semplice atto notarile da parte delle organizzazioni sindacali. Il tema della salvaguardia occupazionale su tutto il perimetro dei lavoratori di Casamassima diventa necessario. Non si può firmare un accordo senza sapere, se chi subentrerà nel resto della superficie inutilizzata, si assumerà l'obbligo dell'assunzione dei lavoratori in esubero. Non si può parlare una possibile mobilità volontaria, senza conoscere le cifre di incentivo. E mai firmeremo un accordo che tuteli solo parte dell'occupazione. A Casamassima  - aggiungono - esistono 271 persone a cui va garantito un futuro, motivo per cui in task Force nel prossimo incontro del 12 febbraio chiederemo un intervento e un impegno del livello regionale sulla gestione delle licenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza ex Auchan Casamassima al bivio, a rischio esubero 130 lavoratori: incontro interlocutorio tra i sindacati e Conad

BariToday è in caricamento