menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cantieri di cittadinanza attiva", più di 1300 candidature per i tirocini promossi dal Comune

Chiusi ieri i termini per partecipare al bando, tra le misure dell'amministrazione comunale per favorire l'inserimento lavorativo di disoccupati e soggetti a basso reddito

Più di 1300 candidati (1316 per la precisione) per il bando dei 'Cantieri di cittadinanza' lanciato dal Comune di Bari. I termini per la presentazione delle domande si sono chiusi ieri, e in tanti si sono proposti con la speranza di vedersi assegnare uno dei 770 tirocini formativi della durata di sei mesi che saranno attivati dalle aziende (190 in tutto) che finora hanno aderito all'iniziativa.

Il bando rientra in un pacchetto di misure di contrasto alla povertà e nelle intenzioni dell'amministrazione comunale mira a promuovere l'inserimento socio-lavorativo di disoccupati e l'inclusione sociale di persone in particolare stato di fragilità, attraverso il loro impegno in attività di pubblica utilità o a impatto sociale sulla comunità.

Nel I municipio le domande presentata sono state 525, 220 nel II Municipio, 295 nel III, 178 per il IV Municipio e 98 per il V. Resta intanto ancora aperto il bando per raccogliere le adesioni da parte delle aziende che vorranno ospitare candidati.

"Oggi si chiude in maniera positiva la prima fase del progetto dei cantieri di cittadinanza – ha dichiarato l’assessora al welfare Francesca Bottalico - con un'ottima risposta da parte delle aziende e dei soggetti che si sono candidati a ospitare soggetti disoccupati presso le loro strutture. Questo significa insieme all’ amministrazione comunale hanno accettato la sfida di sperimentare un  nuovo modo di fare Welfare. Speriamo che la stessa disponibilità possa altre realtà  per costruire una città sempre più solidale e inclusiva".

"I prossimi passi - ha annunciato Paola Romano, assessora alle politiche attive del lavoro- saranno: analizzare le candidature pervenuteci e avviare le fasi di matching con le posizioni di tirocinio aperte per concretizzare il prima possibile questa possibilità di collaborazione tra cittadini e aziende. A breve convocheremo l’osservatorio metropolitano del lavoro per nominare la commissione di garanzia che presiederà tutte le attività, tra cui le selezioni dei tirocinanti che, come previsto nel bando, spetterà alle singole realtà ospitanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento