rotate-mobile
Economia

Contributi a fondo perduto per rianimare il 'piccolo commercio', in un mese già 27 candidati al bando comunale

Ad un mese dalla pubblicazione dell'avviso 'Un negozio non è solo un negozio', sono già 27 i progetti presentati ed oltre 130 le richieste di informazioni giunte al job center 'Porta Futuro'. L'assessora Palone: "Quasi un progetto al giorno, è un successo"

Sono 27 le aziende candidate al progetto 'Un negozio non è solo un negozio', bando comunale pubblicato un mese fa per promuovere e sostenere gli investimenti delle attività commerciali cittadine. Lo ha comunicato l'assessora allo Sviluppo economico, Carla Palone, commentando con soddisfazione il numero di adesioni registrate nei primi 30 giorni.

L’avviso pubblico a sportello finanzia, con contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro, progetti di sviluppo commerciale di pubblici esercizi e piccoli negozi della città di Bari che, a loro volta, dovranno contribuire al progresso della comunità locale attraverso la promozione di eventi, attività, iniziative e servizi rivolti ai cittadini. La scadenza della misura è fissata al 30 giugno del 2023.

Il Comune di Bari ha organizzato una presentazione itinerante del bando, condivisa con le attività commerciali che hanno proposto il proprio negozio quale sede per la realizzazione degli eventi: in un mese sono stati organizzati 16 eventi di presentazione in tutti i quartieri della città, cui hanno partecipato più di 200 attività commerciali interessate all’avviso.

Per facilitare la partecipazione al bando, il Comune di Bari ha attivato uno sportello di orientamento, aperto due volte a settimana presso il job center comunale 'Porta Futuro', cui si sono rivolti 35 titolari di imprese commerciali baresi. Un servizio di orientamento che si aggiunge alle attività di informazione fornite dagli esperti degli stessi uffici: sono giunte tramite email, infatti, oltre 130 richieste di informazioni. L'indirizzo email negozi@dbari.it è dedicato a chiarimenti e delucidazioni sull'avviso pubblico comunale.

“Siamo soddisfatti dell’avvio di questo programma di incentivi al commercio di prossimità che vede nel bando 'Un negozio non è solo un negozio' un primo strumento di attuazione - dichiara Carla Palone - La reazione degli esercenti è stata molto positiva, sia in termini numerici, sia in termini di interesse alla misura ed alla sue possibili applicazioni. Aver già ricevuto 27 progetti in trenta giorni di attivazione del bando, quasi uno al giorno, è un bel successo che intendiamo sostenere con tutte le misure di accompagnamento e promozione avviate in questi mesi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi a fondo perduto per rianimare il 'piccolo commercio', in un mese già 27 candidati al bando comunale

BariToday è in caricamento