Economia

Lotta ai 'furbetti' delle tasse, il Comune sigla accordo con Agenzia delle Entrate e Gdf

L'amministrazione aderisce al protocollo interistituzionale promosso da Anci Puglia per il contrasto all'evasione fiscale. Il sindaco Decaro: "Portiamo avanti un impegno avviato quattro anni fa"

"Oggi il Comune di Bari rinnova la sua partecipazione al protocollo con Anci Puglia, Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza, per proseguire l'impegno della lotta all'evasione fiscale. Sigliamo ufficialmente così il rapporto interistituzionale avviato già 4 anni fa, quando per primi abbiamo sottoscritto questo accordo che ha dimostrato sul campo i suoi risultati".

Così il sindaco Antonio Decaro annuncia la sottoscrizione del protocollo di intesa promosso dall'Associazione nazionale Comuni italiani in Puglia, che rafforza la collaborazione con la Direzione regionale dell’Agenzia dell’Entrate e il Comando regionale della Guardia di Finanza per la lotta ai 'furbetti' delle tasse. Una cooperazione che si basa su una serie di iniziative, a cominciare dall'incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati degli enti che aderiscono all'accordo.

"Ormai da qualche anno Bari - ha spiegato il primo cittadino - sta conducendo una ferrea lotta all'evasione fiscale, attraverso anche all'accesso alle banche dati dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza, che ci ha concesso di recuperare importanti somme di denaro. Il Comune di Bari, dalla sua parte, solo nel 2014, ha inviato 101 segnalazioni qualificate, che servono allo stato per recuperare i contributi non versati. Perché se pagassimo tutti, pagheremmo tutti meno. Intanto grazie all' incrocio dei dati con l'Agenzia delle Entrate stiamo lavorando sul recupero degli evasori dei cosiddetti servizi a domanda individuale e nell'ambito del commercio e delle professioni e previste saranno intensificate anche le segnalazioni per le attività senza partita IVA o diverse rispetto a quelle dichiarate o ricavi incoerenti".

"La partecipazione all’accertamento dei tributi - ha commentato Luigi Perrone, presidente dell'Anci Puglia - mette tutti i Comuni al centro del dibattito sul contrasto all’evasione fiscale e rende i sindaci protagonisti dell’affermazione dei principi di legalità ed equità fiscale. Per una azione di contrasto efficace, il ruolo dei Comuni può essere determinante, vista la capacità degli enti locali di monitorare e intercettare le possibili violazioni sul territorio. Confido nell’Intesa, perché bisogna rafforzare a tutto campo la collaborazione istituzionale anti-evasione. E’ chiaro che questo percorso presuppone grande sinergia tra le autorità coinvolte e deve essere adeguatamente divulgato sul territorio, per diffondere e radicare la cultura della legalità, stimolando i nostri concittadini a comportamenti virtuosi. Anci Puglia assicura piena disponibilità e impegno per la promozione del protocollo, con l’obiettivo di aumentare la partecipazione dei Comuni e intensificare l’azione di controllo e contrasto sul territorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta ai 'furbetti' delle tasse, il Comune sigla accordo con Agenzia delle Entrate e Gdf

BariToday è in caricamento