Lunedì, 25 Ottobre 2021
Economia

Morosità incolpevole: on line l'avviso per richiedere il contributo

I fondi destinati alle famiglie che si trovano in difficoltà con il pagamento del canone di affitto. Il vicesindaco e assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi: "Promessa mantenuta. Continuiamo nell'impegno per combattere l'emergenza abitativa"

Potrà essere presentata fino al prossimo 5 agosto la domanda per accedere al contributo per morosità incolpevole, relativo all'anno 2015. L'avviso è stato pubblicato oggi sul sito del Comune di Bari, dopo la deliberazione di giunta con la quale la Regione Puglia ha proceduto al riparto del fondo istituito presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti destinato agli inquilini morosi incolpevoli, assegnando al Comune la somma di circa 496mila euro.

Il contributo, il cui importo massimo non potrà superare gli ottomila euro, è destinato alle famiglie che si trovano in situazione di morosità rispetto al pagamento del canone di affitto, mentre beneficiari dei contributi sono i proprietari che hanno sottoscritto gli impegni. Il contributo sarà concesso in presenza di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida, oppure nel caso in cui sia intervenuta la convalida ma non ci sia stata ancora l’esecuzione.

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate unicamente utilizzando gli appositi moduli reperibili presso gli uffici della ripartizione Patrimonio del Comune in piazza del Ferrarese, l'Urp, i Municipi, i sindacati degli inquilini ol il sito del Comune di Bari (www.comune.bari.it) e dovrabbi essere consegnate direttamente presso l’ufficio protocollo della ripartizione Patrimonio dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12 ovvero tramite raccomandata con avviso di ricevimento, oppure a mezzo Corriere o Agenzia di recapito alla ripartizione Patrimonio - piazza del Ferrarese, 28 – 70122 – Bari, o ancora tramite PEC all’indirizzo patrimonio.comunebari@pec.rupar.puglia.it. L’avviso pubblico, completo di allegati, è disponibile sul sito del Comune di Bari a questo link.

“Il bando per la morosità incolpevole, il primo nella storia della città di Bari, è una promessa mantenuta - commenta il vicesindaco e assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi -.Sin dall’atto del nostro insediamento avevamo assunto l’impegno di combattere l’emergenza abitativa con tutte le armi a nostra disposizione. Grazie al fondo ministeriale e al successivo provvedimento della Regione Puglia oggi tutte le famiglie che per difficoltà oggettive legate alla perdita o ad una significativa riduzione della capacità reddituale non sono in grado di sostenere le spese di affitto potranno partecipare all’avviso per vedersi riconoscere un contributo utile a sanare la condizione di morosità sopravvenuta nel tempo”.

Per situazione di morosità incolpevole - che dovrà essere documentata e accertata - si intende una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento dell'affitto legata alla perdita o alla riduzione della capacità reddituale della famiglia, come ad esempio in caso di sopravvenuta perdita del lavoro, di riduzione dell'orario di lavoro o il ricorso alla cassa integrazione, di mancato rinnovo di contratti a termine, di malattia, infortunio grave o decesso di un componente del nucleo familiare che contribuiva al reddito della famiglia.

Il Comune di Bari procederà alla liquidazione e al pagamento del contributo spettante ai soggetti che risulteranno avere i requisiti. L’inquilino dovrà presentare apposita autodichiarazione del proprietario attestante la morosità accertata e la disponibilità al differimento con l’indicazione del periodo e dell’importo richiesto come ristoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morosità incolpevole: on line l'avviso per richiedere il contributo

BariToday è in caricamento