menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova gestione dei servizi del Cara di Palese, i lavoratori protestano davanti alla Prefettura: "No ai tagli"

Tra pochi giorni le nuove aziende subentreranno al vecchio gestore. I sindacati temono vi possano essere ripercussioni sul futuro di 126 operatori del centro

Sit-in di protesta, davanti alla Prefettura di Bari, da parte dei lavoratori del Cara di Bari-Palese, il centro di accoglienza per richiedenti asilo del capoluogo, che dal prossimo 17 dicembre vedrà le nuove aziende aggiudicatarie degli appalti per gestione, pulizia e distribuzione pasti della struttura subentrare ad Auxilium, gestore delle attività per 10 anni. Quest'ultima manterrò solo le attività amministrative. Le nuove società hanno annunciato un taglio del 50% delle prestazioni di servizio, secondo quanto riferiscono i sindacati Cgil, Cisl e Uil, i quali chiedono di salvare 126 posti di lavoro. I rappresentanti dei lavoratori sono stati ricevuti dal prefetto e chiedono che sia la prefettura a fare da regia per coordinare il tavolo tra parti sindacali ed aziende.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento