Covid-art

Una boccata d’arte contro la paura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Nasce su Instagram, covid-Art, l’iniziativa di un gruppo di giovani artisti in risposta al blocco del sistema spettacolo dal vivo a causa del dilagare nel nostro Paese dell’emergenza Covid-19. Per rispondere al blocco del sistema spettacolo dal vivo a causa del dilagare nel nostro Paese dell’emergenza Covid-19, un gruppo di giovani artisti italiani ha dato vita a covid-Art, uno spazio virtuale in cui poter condividere la propria arte, nella convinzione che anche un periodo di crisi possa rappresentare un’opportunità per creare e godere d’arte e di cultura, in qualunque forma esse siano. Per questa ragione alcuni diplomati della Scuola del Teatro Musicale di Novara hanno sposato con entusiasmo l’idea della giovane teatro-terapeuta pugliese Adriana Coletta, e dell’attore Angelo Barone, diplomato della stessa Scuola. Il cuore dell’idea è che l’arte possa far del bene e, in questo senso, possa curare e concedere, se pur per poco, una pausa dalle paure che questa complessa situazione internazionale sta creando. Volti del progetto, oltre agli ideatori dell’impresa, Irene Alfonsi, Fabio Crivellari (anche ideatore dell’illustrazione che accompagna il logo), Giulia De Angelis, Davide Gasparrini, Marcella Jo Pirillo, Davide Torlai. Per partecipare alla quarantena creativa basta seguire il profilo Instagram @covidart (https:// www.instagram.com/covidart/) e inviare un video della durata massima di 1 minuto, girato in questi giorni da casa, a covid.art2020@gmail.com oppure taggare @covidart prima della pubblicazione. I contenuti saranno condivisi per contribuire a creare uno spazio dove “prendere una boccata d’arte” ...perché l’arte non chiude mai!

Torna su
BariToday è in caricamento