menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La storia raccontata attraverso l'arte, sei incontri al Petruzzelli

Il teatro ospita l'iniziativa 'Lezioni di storia - La storia nell'arte' promossa dalla casa editrice Laterza: il Politeama aprirà le porte di domenica mattina per sei appuntamenti da ottobre a dicembre

Un viaggio attraverso i grandi scenari storici, le trasformazioni sociali e religiose, i protagonisti dei movimenti culturali e politici, mediante l’interpretazione che sei grandi storici propongono di altrettante opere d’arte.

Approdano al teatro Petruzzelli le 'Lezioni di storia' promosse dalla casa editrice Laterza, con il ciclo 'La storia nell'arte'. Il Politeama aprirà le porte al pubblico di domenica mattina, per sei incontri tra ottobre e dicembre. L'iniziativa è stata presentata ieri in conferenza stampa.

"Non avrebbe potuto esserci location più suggestiva per ospitare la prima edizione di questa nuova avventura - ha commentato il sindaco Antonio Decaro - Sono certo che questa iniziativa rappresenterà una delle esperienze culturali più importanti della stagione che si apre e mi auguro che siano tante le famiglie e i cittadini che sceglieranno di trascorrere la domenica mattina al Petruzzelli, lasciandosi affascinare dalla potenza dell’arte e del racconto".

"Sentiamo spesso dire che c’è una biforcazione - ha dichiarato l'assessore alle Culture Silvio Maselli -: da un lato la cultura alta, accademica, di nicchia, eterea, spesso incomprensibile ai più. Dall’altro il pop, il mainstream, la cultura per le masse che si accontentano di poco, preferendo l’intrattenimento allo sforzo intellettuale, all’ingaggio creativo. La casa editrice Laterza, da anni, dimostra invece che il vero compito di un’industria culturale è collocarsi proprio nel mezzo. E in questo caso lo fa grazie alla bellissima innovazione delle Lezioni, nelle quali intellettuali di spessore si misurano con platee grandi, appassionate, attivate grazie alla bellezza della scoperta, alla diffusione della conoscenza".

Soddisfatto l'editore Alessandro Laterza: "Dopo dieci anni di successi a Roma, Milano, Genova, Torino, Firenze, Trieste e all'estero le Lezioni di Storia approdano per la prima volta a Sud, e per di più nella nostra città, Bari. È una grande soddisfazione poter offrire ai baresi e ai pugliesi un’originale esperienza di cultura ? leggere, insieme a grandi studiosi, la storia nelle opere d’arte e attraverso di esse ? nella straordinaria cornice di uno dei più bei teatri del nostro Paese".

"Ospitare il ciclo di appuntamenti de “La Storia nell’Arte” - ha commentato il Sovrintendente della Fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi - conferma la volontà di fare del Petruzzelli un punto fermo nel territorio culturale cittadino. Questa rassegna di taglio nazionale, propone un incontro ideale fra la storia e i grandi contenuti sociologici di opere d’arte estremamente significative per il nostro Paese. L’invito a partecipare è rivolto ad un pubblico di tutte le età, la scelta della domenica mattina è un’opportunità per venire a teatro con tutta la famiglia e fruire di eventi di qualità".

IL PROGRAMMA - Alessandro Barbero inaugurerà il nuovo ciclo domenica 23 ottobre parlando dell’arte della guerra a partire dalla Battaglia di San Romano di Paolo Uccello. Il 30 ottobre sarà la volta Maurizio Viroli che rifletterà sulle conseguenze del Buon governo e della tirannia partendo proprio dalle scene di vita quotidiana illustrate nelle allegorie di Ambrogio Lorenzetti a Siena. Il 13 novembre Maria Giuseppina Muzzarelli parlerà di una delle prime rappresentazioni demoniache della donna soffermandosi su un dettaglio della Cappella Sistina di Michelangelo Buonarroti. Il 27 novembre Franco Cardini farà luce sull’enigma di Castel del Monte: una reggia, un monumento celebrativo, un luogo di culto? O soltanto emblema del potere accentratore di Federico II? Domenica 4 dicembre Alberto Mario Banti partendo da Il balcone di Edouard Manet ci aprirà un mondo, quello della cura dei dettagli della borghesia nella corsa all’apparire. Domenica 18 dicembre concluderà il ciclo Luciano Canfora con La morte di Marat di Jacques-Louis David. Canfora utilizzerà il dipinto per avviare una riflessione sulla rivoluzione, il suo mito e il significato che quella vicenda assume oggi a più di due secoli di distanza. Tutte le lezioni saranno introdotte dalla giornalista Annamaria Minunno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento