rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Salute

'La notte è giovane', boom di prenotazioni per le vaccinazioni serali. Il ministro Bianchi: "Strutture vicine ai giovani come in Puglia"

La tre giorni è dedicata agli adolescenti in età scolastica, tra i 12 e i 19 anni. In 2200 hanno fatto richiesta attraverso il sito de La Puglia ti vaccina o nelle altre modalità dopo l'avvio alle ore 14. Il governatore ha commentato anche le parole del ministro all'Istruzione Bianchi, che ha citato la Puglia come modello virtuoso

Partenza con il botto per l'avvio delle prenotazioni di 'La notte è giovane', la tre giorni di apertura straordinaria degli hub vaccinali pugliesi nelle ore serali, dedicato alla fascia in età scolastica. Sono infatti 2200 i pugliesi tra i 12 e i 19 anni che hanno prenotato la loro dose per la somministrazione il 14, 15 e 16 gennaio. "Un bel segnale che arriva dai giovani e dalle loro famiglie di adesione alla campagna vaccinale" ricorda il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

'La notte è giovane': come sarà strutturata

Sono 34 gli hub vaccinali che saranno aperti dalle 20 alle 24 nelle notti del 14, 15 e 16 gennaio. I ragazzi e le ragazze di 12-19 anni potranno accedere agli hub previa prenotazione, che possono effettuare mediante il sito “lapugliativaccina”, nonché presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori, scaricando contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali.

Le parole del ministro Bianchi

Il governatore è anche intervenuto commentando le parole del ministro all'Istruzione Bianchi, che ha citato il modello pugliese di vaccinazione nelle scuole, dedicandosi anche alla fascia pediatrica under 12.  “Le parole del Ministro Bianchi sono un riconoscimento importante per la Puglia, che vorrei condividere con tutti gli operatori sanitari, della protezione civile, della scuola, con tutte le famiglie e i loro bambini - ha ricordato il governatore - Siamo felici come pugliesi di poter essere un modello virtuoso per il Paese. Quando abbiamo deciso di vaccinare i bambini tra i 5 e gli 11 anni a scuola, in sinergia con le Asl e i pediatri, lo abbiamo fatto con convinzione, perché quello era l’ambiente più sicuro e familiare per i piccoli e le loro famiglie. I pugliesi hanno risposto benissimo, la squadra della sanità e della scuola ha lavorato in maniera eccellente e oggi i numeri parlano da soli. Andiamo avanti così, perché il vaccino è la principale protezione che abbiamo contro il covid”. Lo afferma il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano commentando le parole del Ministro all’istruzione Patrizio Bianchi sulla possibilità di creare hub vaccinali nelle scuole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'La notte è giovane', boom di prenotazioni per le vaccinazioni serali. Il ministro Bianchi: "Strutture vicine ai giovani come in Puglia"

BariToday è in caricamento