Mercoledì, 20 Ottobre 2021
social

Gravine, siti archeologici e borghi di pietra: viaggio nell'Alta Murgia, tra le rocce scolpite dal tempo

Gravine impervie, siti archeologici e borghi di pietra: è l'affascinante paesaggio murgiano

C'è un posto dove la terra si confonde con il cielo e i suoni riecheggiano in uno spazio infinito evocando l'origine del tempo che ha plasmato la roccia. E' qui che gravine impervie, siti archeologici e borghi di pietra si alternano in un paesaggio aspro, a tratti lunare, caratterizzato da una natura incontaminata: è l'alta Murgia.

Cosa vedere in questa parte di Puglia a pochi chilometri da Bari?

Qui si trova la città di Gravina, nel cuore del Parco nazionale della Murgia, sulla sponda di una gravina profonda più di 100 metri. In cima, i resti del Castello Svevo e, a poca distanza, la Chiesa della Madonna delle Grazie e la Basilica Cattedrale, adagiata sul ciglio di un crepaccio, dove godere di una vista meravigliosa sulla gravina. 

Le tracce della civiltà rupestre hanno caratterizzato questi luoghi per tutto il Medioevo. La chiesa di San Michele delle Grotte è un sito di rara bellezza che conserva tracce di preziosi affreschi duecenteschi e poi l'affascinante salto nella natura nel Bosco Difesa Grande, che si estende per oltre 1800 ettari. 

Sempre sull'alta Murgia non si può non ammirare Altamura, con il suo centro storico fatto di vicoli, palazzi patronali e, imperdibile, la Cattedrale dedicata all’Assunta, dalle poderose forme romaniche. Anche le campagne sono un vero tesoro di storia: la Grotta di Lamalunga con i suoi resti fossili millenari e il “Pulo”, impressionante dolina carsica profonda circa cento metri.

(Fonte ViaggiareinPuglia.it)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravine, siti archeologici e borghi di pietra: viaggio nell'Alta Murgia, tra le rocce scolpite dal tempo

BariToday è in caricamento