Gravina

Gravina: sequestrate case e terreni a presunti affiliati a clan mafiosi

I carabinieri hanno eseguito un sequestro di beni immobili del valore di tre milioni di euro nei confronti di persone ritenute vicine ai clan mafiosi locali. E' il terzo sequestro "antimafia" in due mesi

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Altamura, su disposizione del Tribunale di Bari, hanno eseguito questa mattina un sequestro di beni immobili del valore di circa tre milioni di euro nei confronti di persone ritenute vicine ai clan mafiosi di Gravina in Puglia.

Si tratta del terzo sequestro "antimafia" nel giro di due mesi, disposto dalla Procura di Bari nel tentativo di piegare le attività mafiose sul territorio privando i clan delle loro disponibilità materiali.

Nell'operazione di stamattina sono stati posti sotto sequestro cinque terreni ubicati nel comune di Turi su cui insistono 6 ville bifamiliari (12 unità immobiliari abitative), non ancora accatastate, ed un conto corrente bancario. Le proprietà sarebbero riconducibili al boss locale R. D.,  al quale già nei giorni scorsi erano stati sequestrati gioielli, immobili e auto di lusso.


Il pluripregiudicato, ritenuto vicino al clan Mangione, è stato già coinvolto in altre indagini per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso finalizzata all’estorsione, traffico illecito di sostanze stupefacenti, omicidio e usura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina: sequestrate case e terreni a presunti affiliati a clan mafiosi

BariToday è in caricamento