menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo decreto Covid, divieto di spostamento tra regioni verso la proroga

In mattinata la riunione del Consiglio dei ministri che assumerà la decisione. La misura, in scadenza al 25 febbraio, dovrebbe restare in vigore per un altro mese

Divieto di spostamento tra regioni per altri trenta giorni. In mattinata il secondo consiglio dei ministri del governo Draghi licenzierà il primo decreto legge Covid che dovrebbe contenere la proroga fino al 27 marzo della mobilità tra regioni (in scadenza al 25 febbraio). Successivamente, come riporta Today.it, seguirà un decreto del presidente del Consiglio (Dpcm), che seguirà quello in scadenza il 5 marzo. L'idea è di prorogare tutto fino alla fine di marzo o all'inizio di aprile. 

Nel decreto dovrebbe essere confermata la possibilità di fare visita ad amici e parenti, ossia la regola, per ora valida fino al 5 marzo, che consente di spostarsi verso un'altra abitazione privata massimo in due persone, più i figli minori di 14 anni. Nel decreto potrebbero trovare spazio anche maggiori restrizioni per le zone rosse locali nei comuni focolaio e nelle zone limitrofe. Circola anche l’ipotesi che il monitoraggio settimanale, da un anno reso noto il venerdì, sia spostato a inizio settimana, per evitare complicate sovrapposizioni con i weekend.

Intanto, nell'incontro di ieri le Regioni hanno chiesto "un cambio di passo" su Covid e vaccinazioni, a partire da un ripensamento del sistema della fasce per regione, ma anche misure che tengano conto dell'oggettiva realtà dei casi sul territorio e delle sofferenze economiche. Le Regioni chiedono poi di accelerare decisamente nella campagna vaccinale, reperendo le dosi necessarie, e collegando il problema ai criteri che hanno regolato finora i colori, in primis l'inesorabile Rt, l'indice di trasmissibilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento