rotate-mobile
Attualità

Lutto nel mondo della cultura: addio all'attrice e scrittrice barese Rosa Lettini

Autrice di romanzi, regista e componente del 'Gruppo Teatrale Levante', è scomparsa all'età di 89 anni

E' scomparsa all'età di 89 anni, la scrittice e attrice barese Rosa Lettini. Con il marito, lo scrittore e commediografo Domenico Triggiani (1929-2005), ha condiviso la passione per le lettere e il teatro, scrivendo a quattro mani i romanzi: Il virus del passato (Capone Editore, 1989), Il giudice Pandis-Un’odissea nel tempo (Serarcangeli Editore, 1990), In diretta dall’inferno (Editrice Tipografica, 2003), Da Adáme ad Andriòtte, romanzo storico-satirico in vernacolo barese (Schena Editore, 2002). In collaborazione con Vittorio Polito ha poi scritto il volumetto Pregáme a la barèse – Preghiamo in dialetto barese (Levante Editori, 2012). Con il figlio Nicola Triggiani, ha curato l’edizione critica di tutte le opere teatrali di D. Triggiani, in lingua e in vernacolo, e l’opera è attualmente in corso di stampa. Tra i tanti riconoscimenti per la sua attività letteraria, è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere Ufficiale dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”.  
ù
Regista del dramma L’Arciguardiano di D. Triggiani, aiuto-regista e voce recitante nel musical Donne al potere (testo di Triggiani, musiche del M°  Civera) - rappresentato in prima assoluta al Teatro Petruzzelli nel 1983 e poi in molti altri teatri -, Lettini, componente del “Gruppo Teatrale Levante”, ha interpretato ruoli da protagonista nella rappresentazione delle commedie di  Triggiani Peccati di Provincia, Le barìse a Venèzie, La candìne de Ciànna Ciànne, All’àneme de la bonàneme!, U madremònie de Cellùzze, nonché in Scherzando e sorridendo con Karl Valentin, elaborazione e regia di Rocco Servodio, direttore del “Teatro Popolare di Bari”. 

Sin dagli anni ’80, si è interessata allo studio della grafìa e pronuncia del dialetto barese. Ha frequentato, dal 2008 al 2012, il “Seminario permanente di studi e di approfondimento sul dialetto barese”, contribuendo alla redazione di regole grammaticali e ortografiche condivise, finalizzate alla realizzazione di una scrittura semplificata e uniforme, per una più agevole lettura e maggiore comprensione della lingua barese.  Lettini ha altresì curato la grafìa dialettale di poesie, racconti e commedie di vari autori, tra cui La capasèdde di Giovanni Panza, pubblicata nel volume Puglia Mitica, a cura di Francesco de Martino (2012), e ha scritto la prefazione di diversi libri, tra cui la silloge in dialetto barese di Gaetano Mele Parole al vento (2009), da ultimo ripubblicata in italiano (2023). 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo della cultura: addio all'attrice e scrittrice barese Rosa Lettini

BariToday è in caricamento