rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità

Iniziata la raccolta delle ciliegie in Puglia, le previsioni: "Quantità dimezzate ma la qualità sarà ottima"

La Puglia è la maggior produttrice di ciliegie in Italia, detiene con le sue quasi 32.000 tonnellate, il 35% della produzione Made in Italy che risulta concentrata nella provincia di Bari

Dimezzata rispetto allo scorso anno ma di ottima qualità: è la previsione per la raccolta di ciliegie in Puglia, iniziata in questi giorni con le primizie della qualità Bigarreau. 

Secondo quanto riferisce Coldiretti Puglia, "per la prima volta è stato presentato il Ganaspis Brasiliensis, l'insetto alleato nella lotta biologica contro il moscerino Drosophila suzukii che colpisce le ciliegie in fase di maturazione".

"La qualità delle ciliegie è ottima e il calibro consistente. La produzione di Bigarreau e Georgia segna una diminuzione del 55% di frutti sugli alberi rispetto allo scorso anno, a causa degli effetti della gelata che si sono fatti sentire sulle varietà precoci, mentre per la Ferrovia andrà decisamente meglio", dichiara Bernardino Nardelli, presidente di Coldiretti Conversano. La Puglia è la maggior produttrice di ciliegie in Italia, detiene con le sue quasi 32.000 tonnellate - spiega Coldiretti Puglia - il 35% della produzione Made in Italy che risulta concentrata nella provincia di Bari che da sola rappresenta il 96,4% della produzione regionale. Il comparto cerasicolo però è "alle prese con il balzo dei costi di produzione e la grave siccità" motivi che spingono l'associazione a chiedere di "fare squadra per sostenere e rilanciare le ciliegie di Puglia attraverso anche il piano di sviluppo rurale e l'Igp".

"La costituzione di un tavolo tecnico-scientifico nazionale di coordinamento del Ganaspsis brasiliensins - aggiunge il ricercatore pugliese Vincenzo Verrastro del Ciheam Bari - impone una strategia di sostegno alla ricerca perché va garantito il monitoraggio continuo e avviato il piano operativo che prevede la scelta dei siti di rilascio del parassitoide Ganaspsis brasiliensins, lo studio dell'ampiezza delle aree in cui avverranno i lanci, il numero di individui da rilasciare per singolo sito, modalità di rilascio e verifica dell'efficacia dei rilasci".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziata la raccolta delle ciliegie in Puglia, le previsioni: "Quantità dimezzate ma la qualità sarà ottima"

BariToday è in caricamento