5 benefici per chi cammina in riva al mare

Camminare a piedi nudi in riva al mare non solo regala momenti di piacevole relax ma rivela una serie di benefici per il nostro corpo e per la nostra pelle. Scopri i 5 benefici che regala il passeggiare scalzi sul bagnasciuga

Camminare a piedi nudi in riva al mare non solo regala momenti di piacevole relax ma rivela una serie di benefici per il nostro corpo e per la nostra pelle. Le scarpe, se ci pensate bene, sono un'invenzione abbastanza recente. Infatti i nostri avi si spostavano da una parte all'altra a scalzi mettendo a dura prova l'anatomia dei piedi ma avevano forse meno problemi di quanti ne possiamo avere noi oggi. Infatti spesso costringiamo i nostri poveri piedi a vivere in scomode scarpe e rinchiusi per troppo tempo.

Camminare a piedi scalzi sulla sabbia o sull'erba significa ritornare al naturale, alle antiche abitudini con una serie di vantaggi per l'intero organismo. Vediamo insieme quali sono i benefici del beach walking:

Libertà

Spesso alcune calzature anzichè migliorare la salute del piede la peggiorano. Non rappresentano l'ambiente ideale dei piedi. A lungo andare si verificano una serie di problemi come malformazioni e dolori che i podologi, ortopedici e chirurghi del piede conoscono bene. Prima regola è: liberatevi dalle scarpe!

Via gonfiori e pesantezze

La camminata sulla sabbia o sull'erba contribuisce a riattivare il ritorno venoso. Tutti coloro che soffrono per problemi di circolazione venosa e che hanno quindi  gonfiori, difetti di sensibilità, affaticamento, pesantezza devono camminare scalzi perchè questo agevola il fluire del sangue in tutto il corpo. Tutta la pianta appoggia al suolo e i piedi possono svolgere la loro funzione così come sono stati progettati da madre natura. Affinchè si ottenga maggiore beneficio occorre appoggiare prima il calcagno, poi l'intera pianta e infine le dita che spingono per il passo successivo. 

Buon equilibrio

Con il passare degli anni possono subentrare problemi di equilibrio e di stabilità, aumentando il rischio di rovinose cadute. Camminare sulla sabbia fa bene proprio a questo, a prevenire l'aggravamento. Il piede si muove in maniera corretta ed è come se facesse la giusta ginnastica rimandando al cervello i segnali per un corretto funzionamento.

Contro crampi e distorsioni

Camminare sul bagnasciuga è meglio che sulla sabbia asciutta perchè si rinforzano i muscoli, i tendini e si stimolano naturalmente le articolazioni. Aiuta a mettersi al riparo da distorsioni e crampi. Molto consigliato anche affondare nella sabbia bagnata le dita dei piedi ad artiglio. Altra elemento non meno importante è che il bagnasciuga rispetto alla sabbia asciutta costituisce per i nostri piedi un ambiente salubre perché l'acqua marina, insieme ai raggi ultravioletti del sole, costituisce un disinfettante naturale. In questa modo teniamo lontane le micosi e le verruche.

Benessere dello spirito

Camminare scalzi regala una sensazione di piena libertà e di sollievo. E' un ritornare alle origini, regala benessere fisico e psichico.

Potrebbe interessarti

  • Come affrontare il periodo della Menopausa con i rimedi naturali

  • Lattosio e intolleranza: come riconoscere i sintomi

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Ragazzo di 17 anni trovato morto in casa a Monopoli, decesso per cause naturali. Indaga la Polizia

  • Si staccano pietre da Lama Monachile e finiscono in mare, stop ai bagni accanto alla parete rocciosa

Torna su
BariToday è in caricamento