Cronaca

Branco di ragazzini picchia coetaneo per strada: il video pubblicato su Tiktok, "sconcerto e disgusto"

L'episodio si è verificato a Noicattaro. La giovane vittima sarebbe originaria di Rutigliano. I sindaci delle due cittadine in una nota congiunta: "Un atto violento che non può essere giustificato in nessun modo"

Immagine di repertorio

Un gruppo di minorenni (più di una decina) che picchia un coetaneo a terra in una piazza di Noicattaro e le immagini del pestaggio finiscono in un video su Tiktok. Un episodio avvenuto alcuni giorni fa che, in queste ore, ha provocato indignazione nella cittadina barese. La giovane vittima, secondo alcune informazioni, sarebbe un 15enne di Rutigliano di origini tunisine. I carabinieri hanno avviato le prime indagini.

Ad esprimere sconcerto per l'accaduto, in una nota, i sindaci di Noicattaro e Rutigliano, Raimondo Innamorato e Giuseppe Valenzano: "Siamo disgustati dalle immagini che abbiamo purtroppo visto in queste ore e che coinvolgono un gruppo di ragazzi che appartengono alle nostre comunità. Un atto violento che non può essere giustificato in nessun modo compiuto da ragazzini nei confronti di un loro coetaneo. In queste ore abbiamo raccolto l’indignazione e lo sconcerto dei nostri concittadini. In momenti come questi vogliamo farci portatori di un messaggio di collaborazione: non basta quello che fanno le famiglie, spesso sole, o la scuola, caricata di ogni problematica; non bastano gesti simbolici e manifestazioni di piazza che si dimenticano quando si spengono le luci, fino al successivo episodio".

"Piuttosto - proseguono i sindaci - dobbiamo lavorare tutti dalla stessa parte ad ogni livello istituzionale per creare un nuovo impianto sociale senza lasciare spazio alla solitudine e all’isolamento dei ragazzi. Oggi i nostri giovani hanno bisogno di ritrovare nuovi modelli educativi, culturali e umani. Per questo metteremo in campo tutte le azioni possibili per promuovere una cultura che oggi più che mai deve ribadire il messaggio della non violenza. Lo faremo già nei prossimi giorni con una progettualità che coinvolgerà esperti, forze dell'ordine e cittadini di entrambe le comunità che mostreranno unione, compattezza e solidarietà. Siamo concretamente coinvolti per costruire una nuova collettività che conferisca e restituisca alle famiglie il ruolo educativo necessario a costruire una socialità differente” concludono Innamorato e Valenzano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Branco di ragazzini picchia coetaneo per strada: il video pubblicato su Tiktok, "sconcerto e disgusto"

BariToday è in caricamento