rotate-mobile
Cronaca Murat / Corso Cavour, 12

A trent'anni dall'incendio del Petruzzelli il ricordo di Decaro ed Emiliano: "Bari non si arrese al rogo del suo teatro"

Il primo cittadino: "Grazie all'impegno di tanti, grazie alla forza di volontà della nostra città, oggi su quel palco è tornata la vita"

A 30 anni dal rogo del teatro Petruzzelli di Bari il ricordo delle istituzioni locali va a quel 27 ottobre 1991, quando la cultura cittadina e non solo perse uno dei suoi simboli, risorto dalle ceneri solo 18 anni dopo. In un messaggio su Facebook, il sindaco Antonio Decaro torna con la memoria a quel nefasto giorno: "Qualcuno - dice -  ha cercato di distruggere una della nostre più grandi bellezze e per anni abbiamo pensato che non avremmo più rivisto quel teatro risplendere. Ma grazie all'impegno di tanti, grazie alla forza di volontà della nostra città, oggi su quel palco è tornata la vita, che ormai da anni porta a Bari, grazie alla Fondazione Petruzzelli, le produzioni operistiche tra le più importanti del mondo. Su quel palco è tornata l'arte e quelle porte si sono riaperte ai cittadini: grandi e piccoli. Questa è la storia di una città che non si arrende a chi vuole solo distruggere, renderla povera, vuota. Questa è la storia di una città energica che vuole vivere di bellezza".

Quella mattina, "il senso di vuoto era persino più grande della voragine che il fuoco aveva lasciato" ha affermato il governatore pugliese Michele Emiliano, che all'epoca lavorava come magistrato per la Procura di Bari. Nel giorno della riapertura, il 4 ottobre 2009, "quando finalmente mi sono seduto quì dentro non mi sembrava vero" e ogni volta che "vengo qui sono meravigliato di quanto siamo stati capaci di fare", ovvero di riportare il teatro al suo originario splendore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A trent'anni dall'incendio del Petruzzelli il ricordo di Decaro ed Emiliano: "Bari non si arrese al rogo del suo teatro"

BariToday è in caricamento