rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Nuovo bando Adisu in approvazione, studenti preoccupati per il cambio importi: "Serve colloquio con la Regione"

Il commento dei sindacati Link Foggia, Link Bari e Link Lecce, per il documento 'Benefici e Servizi', sul quale saranno introdotte le modifiche introdotte dal decreto ministeriale 1320/2021

C'è attesa (e preoccupazione) tra gli studenti pugliesi per il nuovo Bando 'Benefici e Servizi' dell'Adisu Puglia, valevole per l'anno accademico 2022/23, che sarà approvato nelle prossime settimane. Un documento che, come ricordato dai sindacati universitari Link Foggia, Link Bari e Link Lecce, dovrebbero presentare significative novità sotto il profilo degli importi, delle soglie e delle modalità di erogazione, alla luce delle modifiche introdotte dal decreto ministeriale 1320/2021. Modifiche che preoccupano gli studenti, tanto da aver richiesto un incontro all’assessore Sebastiano Leo e al presidente Emiliano, "al fine di chiarire la situazione e individuare le soluzioni opportune per garantire non solo gli standard assicurati negli ultimi anni, ma anche degli avanzamenti
ulteriori sul piano del welfare universitario nella Regione" spiega Gabriele Grasso, membro dell’Esecutivo Regionale della Rete della Conoscenza Puglia e Consigliere di Amministrazione ADISU per la sede di Lecce.

In una nota vengono spiegati i dubbi legati al nuovo bando, soprattutto per la necessità di fornire a studentesse e studenti le garanzie collegate al diritto allo studio, assicurando loro la certezza di ricevere gli importi loro spettanti nella misura che il decreto ministeriale impone. "C’è bisogno, inoltre, di arrivare
al dunque su numerose questioni rimaste in sospeso sulle quali abbiamo avuto modo di confrontarci spesso in passato con l’amministrazione regionale, come l’accesso al medico di base per i fuori sede, il contributo per i canoni di locazione, ultimo ma non per importanza, il supporto psicologico” spiega Francesca Stella, coordinatrice di Link Foggia. Sulla stessa linea il commento di Gennaro Cifinelli, coordinatore di Link Bari e membro del Consiglio di Amministrazione dell’Adisu Puglia per la sede di Bari: “Nonostante la stagione di forti investimenti avviata dal governo nell’ottica del Piano nazionale di ripresa e resilienza, non abbiamo ancora le dovute garanzie rispetto al raggiungimento della copertura totale delle borse di studio per il prossimo anno accademico. Un fatto grave, se pensiamo che da diversi anni nella nostra Regione questo obiettivo sia stato sempre raggiunto, a differenza che altrove. Non sono poche, poi, le altre riserve
relative all’abitare, a partire dalla residenzialità universitaria che manca ancora dello slancio prospettato dall’amministrazione regionale con il protocollo “Puglia Regione Universitaria” negli ultimi due anni”. Nel frattempo gli studenti hanno raccolto in un documento una serie di proposte e richieste che riteniamo essenziali, a partire dalla piena applicazione del dm 1320/2021 e dalla garanzia della copertura totale, nella speranza di potersi confrontare al più presto con gli enti regionali preposti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo bando Adisu in approvazione, studenti preoccupati per il cambio importi: "Serve colloquio con la Regione"

BariToday è in caricamento