Morì per salvare bimbi in mare, Decaro scrive ad Alfano: "Riconoscimento in memoria di Cesare Dentico"

Il sindaco ha indirizzato una lettera al ministro dell'Interno per chiedergli di avviare l'istruttoria per un riconoscimento al merito civile in memoria del 44enne barese, morto nelle acque di Castellaneta Marina dopo aver salvato la vita ad alcuni bambini che rischiavano di annegare

Morì per salvare la vita di alcuni bambini che annaspavano nelle acque di Castellaneta marina trascinati dalle onde. Oggi il sindaco Antonio Decaro ha scritto al ministro Alfano per chiedere che quel gesto valoroso, costato la vita al 44enne barese Cesare Dentico, venga riconosciuto.

Il primo cittadino infatti ha chiesto al ministro dell'Interno di avviare l’istruttoria finalizzata ad un riconoscimento al merito civile in memoria dell'uomo.

“Cesare Dentico - si legge nella nota a firma del sindaco Decaro - quella domenica mattina, mentre si godeva una giornata in spiaggia insieme alla sua compagna, vedendo un gruppo di bambini in seria difficoltà perché travolti dalle onde e spinti in mare aperto dalle correnti, senza esitare si lanciava in acqua nel tentativo di salvarli. Quel gesto eroico, che ha causato la morte di Cesare, ha consentito però di salvare sei giovanissime vite. In ragione del comportamento esemplare ed altruistico di Cesare Dentico, ritengo che sarebbe importante conferirgli, seppure alla memoria, un riconoscimento per il valore civile dimostrato”.

Anche la giunta comunale di Castellaneta, tramite il Prefetto di Taranto, procederà con un deliberazione di richiesta di riconoscimento al merito civile, ai sensi della Legge 20 giugno 1956, n. 658.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nessuno potrà restituire Cesare all’affetto dei suoi cari - commenta Decaro - ma un riconoscimento ufficiale da parte del Presidente della Repubblica, che sarà interessato, come prevede la procedura, dal Ministro Alfano, resterebbe a testimonianza del suo coraggio e del suo altruismo, del gesto spontaneo di un eroe che ha sacrificato la vita per salvare dei bambini che rischiavano di annegare. Un gesto d’amore, un gesto esemplare che è giusto venga onorato dalla nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento