menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso di covid per dipendente Ipercoop Molfetta, la FIlcams Cgil: "Silenzio dall'azienda". La replica: "Falso"

La segretaria Neglia auspica "che non si abbassi la guardia sull'uso dei dpi, sulle misure di sicurezza anticovid e sulla tutela della salute dei lavoratori, delle lavoratrici e dei clienti"

Un dipendente del settore grocery dell'Ipercoop di Molfetta è risultato positivo sintomatico al coronavirus. La notizia è stata diffusa dalla Filcams Cgil Puglia. Il lavoratore è stato quindi posto sotto controllo medico. La vicenda risale allo scorso 3 settembre.

Secondo quanto riferisce Barbara Neglia, segretaria Filcams Cgil Puglia, "sembra che la società non abbia, in una prima fase, comunicato agli altri dipendenti la presenza di un caso di Covid -19. Al momento in cui la notizia è stata resa nota, si è diffuso il panico tra i lavoratori e le lavoratrici del punto vendita, preoccupati per la salute loro e delle loro famiglie, oltre che per quella dei clienti che sono venuti a contatto con il lavoratore ed i suoi colleghi"

Neglia "ritiene inoltre molto grave che l'azienda non abbia sospeso le attività del punto vendita per consentire la sanificazione dell' intera area commerciale" aggiugendo che non avrebbe disposto "il tampone per tutti i propri dipendenti come prescritto dai protocolli sul Covid-19. È  mancata - aggiunge -, da parte dell'azienda, la comunicazione con le parti sociali, il senso di responsabilità nei confronti di dipendenti e clienti e il rispetto delle normative vigenti. Filcams Cgil esprime preoccupazione per il fatto che molti/e dipendenti di altri punti vendita stiano prestando servizio presso l'Ipercoop di Molfetta con un immenso rischio di contagio. Sarà necessario che il  Distretto Socio Sanitario della Asl, la Prefettura di Bari e gli altri organi competenti, pongano in essere tutte le azioni per garantire sicurezza ai lavoratori, alle lavoratrici, ai clienti e all'intera popolazione

La segretaria Filcams Cgil Puglia, infine, auspica "che non si abbassi la guardia sull'uso dei dpi, sulle misure di sicurezza anticovid e sulla tutela della salute dei lavoratori, delle lavoratrici e dei clienti. E non basta la garanzia che tutto sia stato fatto secondo le norme vigenti, necessità il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali per evitare che altri casi possano minare la salute dei lavoratori  e delle lavoratrici, così come quella dei clienti  Ci aspettano mesi complicati in cui il senso di responsabilità e il rispetto delle regols saranno i mezzi più sicuri per evitare il riacutizzarsi della pandemia". 

L'azienda ha prontamente replicato alle parole del sindacato: " “La Cooperativa - si legge in una nota - ha applicato in tutti i territori un modello di prevenzione e applicazione delle procedure anti covid19 esemplare, che ha portato fino ad oggi un numero molto esiguo di positivi (una sessantina in totale, peraltro tutti contagiati al fuori dei pdv su una popolazione di quasi 20.000 dipendenti).  Anche nel caso dell’Ipercoop di Molfetta abbiamo messo in atto immediatamente tutte le misure di sicurezza seguendo il nostro stringente protocollo interno (frutto di un confronto con le organizzazioni sindacali) e coordinandoci con l’Azienda Sanitaria Locale, alla notizia che un dipendente dell’ipercoop di Molfetta è risultato positivo al Covid-19, gestendo il caso nel pieno rispetto della sicurezza e anche della normativa sulla privacy".

"Inoltre, alcuni lavoratori del punto vendita - prosgue la nota - sono stati immediatamente messi in quarantena preventiva già prima di attendere le indicazioni dell’Asl. La Cooperativa ha, come in tutti i casi, tempestivamente messo in atto le procedure già definite dall’inizio dell’emergenza proprio per far fronte al verificarsi di queste eventualità. Il negozio ha immediatamente provveduto a una completa e profonda sanitizzazione di ambienti e attrezzature così da essere sicuri per i lavoratori e i clienti – continua -. Il negozio, grazie alle numerose procedure di prevenzione e al protocollo anticovid prontamente messo in atto, non ha avuto la necessità né l’indicazione da parte dell’Asl di chiudere.  La Cooperativa inoltre ricorda che oltre alle proprie procedure interne, è costantemente impegnata ad attuare tutte le disposizioni emanate dal Governo, dal Ministero della Salute, nonché dalle Autorità Regionali e Locali competenti, attuando tutte le misure preventive anche atte a ridurre al minimo le cause, effettive o potenziali, del contagio da Covid-19" conclude Ipercoop Molfetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento