Gelo e neve, "rincari ovunque" per frutta, verdura e pesce. Prodotti caseari: "Scarseggia il latte"

L'emergenza freddo nelle campagne ha portato a un aumento dei prezzi nei mercati e nella grande distribuzione. In difficoltà anche pesca e allevamento. Federconsumatori: "Occhio alle sofisticazioni"

Frutta e verdura del territorio sempre più difficili da reperire, settore caseario in difficoltà, rincari generalizzati: l'emergenza freddo di questi giorni sta mettendo in difficoltà le tante aziende agricole del territorio e, di conseguenza, anche i consumatori alle prese con un paniere della spesa più costoso. Le abbondanti nevicate sulla Murgia e nella provincia di Bari, stanno provocando problemi di produzione ritardando gli approvigionamenti nei mercati cittadini, in particolare nel capoluogo. Le associazioni a tutela dei consumatori stanno, in questi giorni, monitorando la situazione, ricevendo segnalazioni e lamentele: "I prezzi sono lievitati  - afferma Domenico Zambetta, presidente di Federconsumatori Puglia -, a cominciare dagli ortaggi, in media del 20-30% ma abbia ricevuto notizie anche, ad esempio, di mandarini rincarati del 70%. D'altra parte, coltivazioni come finocchi, rape e zucchine risentono pesantemente della neve che ha abbattuto le serre gelando piante e frutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vi sono molti problemi anche sul fronte pesce, per le difficoltà degli operatori nel reperirlo: qui abbiamo aumenti del 25-30%" e, in alcuni casi, le pescherie dei mercati decidono di non aprire, come per alcuni commercianti di Santa Scolastica a Bari. Meno grave la situazione della carne "anche perchè - aggiunge Zambetta - i consumatori hanno ancora le scorte natalizie. Per questa ragione non si è scatenata una corsa all'accaparramento che potrebbe verificarsi se dovesse proseguire l'ondata di freddo, provocando un aumento dei prezzi sia da parte della grande distribuzione che degli operatori privati". Tra i settori più in difficoltà, in ogni caso, c'è il caseario, trainante nell'economia del Barese, estremamente colpito dalle nevicate abbattutesi su Gioia del Colle, Santeramo, Altamura e Gravina: "C'è carenza di latte - spiega Zambetta - e in questo caso bisogna stare attenti ai prodotti in commercio e al rischio sofisticazioni, da parte di pochi furbi". Occhio, dunque, a cosa compare sui banconi in questi giorni gelidi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento