Cronaca

Inchiesta crac Ferrovie Sud Est, rigettato il ricorso di Fiorillo: l'ex amministratore resta ai domiciliari

Il tribunale del Riesame non ha accolto anche la domanda presentata dall'avvocato Angelo Schiano. I due vennero arrestati assieme ad altre 9 persone nell'ambito delle indagini sulla bancarotta da 230 milioni della società

E' stato rigettato dal Tribunale del riesame il ricorso presentato dall’ex amministratore unico di Ferrovie Sud Est, Luigi Fiorillo, e dell’avvocato Angelo Schiano, legale della società e considerato dagli inquirenti socio occulto. I due indagati restano ai domiciliari dopo gli arresti avvenuti l'1 febbraio quando la Guardia di Finanza blocco anche altre 9 persone nell'ambito dell'inchiesta sulla bancarotta da 230 milioni di euro della società pugliese di trasporto ferroviario. I giudici del Riesame si sono riservati, invece, di decidere sulla  richiesta di revoca della misura cautelare, presentata dall'imprenditore Carlo Beltramelli, ex titolare della società che per conto di Fse si è occupata della manutenzione dei treni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta crac Ferrovie Sud Est, rigettato il ricorso di Fiorillo: l'ex amministratore resta ai domiciliari

BariToday è in caricamento