Guida distratta e alta velocità: sulle strade pugliesi aumentano gli incidenti

Il report dell'Agenzia regionale per la Mobilità: nel 2016 crescono sinistri e numero di vittime. Tra le cause sempre più spesso imprudenza e distrazione: allarme sull'uso degli smartphone al volante

La cronaca degli ultimi giorni racconta la lunga di scia di sangue sulle strade della nostra provincia: quattro incidenti in meno di tre giorni, sette le vittime. Ma a lanciare l'allarme sull'aumento degli incidenti in tutta la regione sono i dati resi dall’AREM (Agenzia regionale per la Mobilità). Numeri riferiti al 2016, ma non per questo meno preoccupanti, soprattutto alla luce di quello che le cronache continuano a registrare ogni giorno. Nel 2016, in Puglia, il numero di incidenti con lesioni a persone è aumentato del 4,3% rispetto al 2015. Anche il numero dei morti è purtroppo aumentato del 9,5%, ed il numero dei feriti del 7,2%. Un preoccupante incremento, che si verifica dopo un decennio di costante riduzione degli incidenti  nelle nostra regione.

Velocità, distrazione, smartphone alla guida: le cause più frequenti

Ad allarmare ancor di più sono poi i dati relativi alle cause dei sinistri. In particolare, nel 2016 rispetto all’anno precedente, si è rilevato un netto incremento degli incidenti per “guida distratta” pari al 33,3%. L’aumento degli incidenti per eccesso di velocità è stato pari al 26,4% mentre per mancata precedenza l’incremento è stato del 12,7%. Tra i motivi di distrazione diventa sempre più preoccupante l’uso dei cellulari durante la guida. Se per gli impatti avvenuti in prossimità di incroci la causa individuata è nel 48,2% dei casi il mancato rispetto del segnale di stop o precedenza, sui tratti rettilinei il 40,8% dei sinistri è stato causato dall’eccesso di velocità, il 32,4% dei sinistri è stato causato dalla distrazione ed il 22,4% di sinistri è stato causato dalla presenza di improvviso ostacolo nella careggiata.

Incidenti: le strade più pericolose nel barese

Tra le strade più incidentate nell’area metropolitana di Bari figura la statale 16 (193 incidenti,7 decessi e 3371 feriti), la statale 100 (59 sinistri, 2 decessi e 108 feriti), la statale 96 6 (49 incidenti, 4 morti e 103 feriti) e la statale 172 (17 sinistri, 2 decessi e 28 feriti). Tra le strade provinciali, quelle in cui si sono registrati più incidenti sono state la SP. 231 (30 sinistri, 1 decesso e 56 feriti), la SP. 238 (29 sinistri, 3 decessi e 63 feriti), la SP. 236 (24 sinistri, 1 morto e 34 feriti), la SP. 106 (20 sinistri, 2 decessi e 38 feriti), la SP. 235 (19 sinistri, 2 decessi e 36 feriti) e la SP. 237 (17 sinistri, 2 decessi e 28 feriti).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione: avanti con iniziative di sensibilizzazione

"L’analisi di dati così drammatici- sottolineano il presidente della Regione Emiliano e il vice Nunziante - portano a considerare la distrazione tra le principali cause di incidenti, insieme all’eccesso di velocità". "Il rapporto sull’incidentalità nel 2016 pubblicato dall’AREM, evidenzia come il fattore umano influisca sensibilmente sull’aumento degli incidenti e sulla mortalità ad essa legata. Quindi – continuano Presidente e Vice presidente - bisogna favorire gli interventi di messa in sicurezza delle strade ma, soprattutto, bisogna incidere sull’atteggiamento culturale della popolazione. "A tal fine- aggiunge Nunziante- l’Assessorato alla mobilità e l’Arem, hanno attivato iniziative tese a sensibilizzare la popolazione ad una maggiore consapevolezza dei rischi che si corrono guidando senza la necessaria attenzione. Ad aprile è stata promossa una campagna di comunicazione realizzata dalla Fondazione “Ciao Vinny” con un video spot dal titolo “Fermati un attimo e Pensa. Ama la vita e riempila di colore”. Inoltre proseguiranno, anche per l’anno scolastico 2017-2018, le attività di educazione alla sicurezza stradale rivolte a studenti della scuola secondaria con il progetto “La strada non è una giungla”, realizzato dall’Agenzia Regionale per la Mobilità in collaborazione con Direzione regionale Scolastica".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento