menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tamponi su base volontaria per chi arriva in Puglia: Lopalco scrive alle Asl

L'epidemiologo a capo della task force regionale chiede ai medici di "invitare i soggetti che rientrano dalle regioni a più alto rischio epidemiologico di infezione da Covid-19 -nonché dai Paesi esteri, a eseguireil test molecolare per la ricerca di SARS-CoV-2"

"Invitate i soggetti che rientrano dalle regioni a più alto rischio epidemiologico di infezione da Covid-19 -nonché dai Paesi esteri, a eseguire su base volontaria il test molecolare per la ricerca di SARS-CoV-2". È la raccomandazione alle Asl di Pierluigi Lopalco, a capo della task force Puglia per l'emergenza Coronavirus, allo scopo di evitare nuovi focolai estivi con l'arrivo dei turisti da fuori regione.

In particolare il focus dei tamponi è sugli arrivi da Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria, come spiega la circolare interna a firma del direttore di dipartimento Prevenzione dell'Asl di Bari, Domenico Lagravinese, inviata l'8 luglio scorso per diffondere ai medici le raccomandazioni di Lopalco. Perciò, tutti coloro che si auto-segnaleranno al momento del loro arrivo in Puglia, riceveranno in risposta una mail che li invita a fornire i propri dati per procedere con la prenotazione del tampone faringeo. Tutto si svolgerà solo su base volontaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento