'#alpostogiusto' in bus, gli studenti baresi incontrano i migranti africani

Prima giornata dell'iniziativa patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Anci e Comune di Bari, in programma fino a venerdì, nel segno di Rosa Parks. Le ragazze e i ragazzi del 'Romanazzi' hanno ascoltato le storie di due giovani ospiti del Cara, Samba e Abubakar

"E' un momento simbolico ma anche di incontro con chi crediamo diverso e spesso provoca inutili pregiudizi purtroppo ancora frequenti nella nostra società. lavorare con i ragazzi e raccontarsi quanto è difficile vivere in una città lontana. L'autobus luogo di conoscenze e condivisione". L'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico, ha aperto ufficialmente '#alpostogiusto', la tre giorni (fino a venerdì) organizzata dal Comune che vuole ricordare lo storico gesto di Rosa Parks, giovane sarta afroamericana che esattamente 60 anni fa a Montgomery, In Alabama (Usa), venne arrestata per essersi rifiutata di alzarsi da uno dei posti dedicati ai bianchi su un autobus della propria città. Un atto coraggioso e importante per la storia dei diritti civili negli States.

L'iniziativa, proposta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dall'Anci, organizzata in collaborazione con il Comune e l'associazione Mama Africa vedrà protagonisti alcuni ragazzi africani del Cara che, a bordo di un autobus dell'Amtab incontreranno gli studenti dell'Istituto tecnico economico e Liceo Linguistico 'Romanazzi' per un piccolo viaggio in cui scambiarsi storie ed esperienze come quelle di Abubakar, 31enne del Senegal e Samba, 20enne originario del Gambia, rispettivamente da oltre un anno e più di sei mesi in Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tante le domande dei ragazzi, desiderosi di conoscere sogni, progetti e aspettative dei giovani africani: "Il razzismo e le intolleranze - dice Samba, grande appassionato di musica - può essere combattuto rendendoci conto che siamo tutti esseri umani. Il sangue che trascorre nelle vene degli altri, è anche quello nostro. La situazione in Gambia è difficile e molta gente scappa a causa del governo e delle ingiustizie. Qui a Bari mi trovo bene e sto studiando per diventare elettricista e vorrei imparare la lingua". Abubakar invece ha raccontato la sua difficile storia: Sono fuggito dal mio patrigno che non voleva permettermi di studiare e lavorare. Non mi importava rischiare la vita con una pericolosa traversata in mare ma dovevo andare via. Vorrei lavorare come meccanico, imparando un mestiere". Un confronto che ha arricchito i partecipanti, dal quale emerge la maturità dei giovani migranti, ma anche degli studenti baresi: "Per noi non ci sono differenze - racconta un'allieva del 'Romanazzi' - Tante persone purtroppo non lo sanno e c'è molta ignoranza. Di conseguenza c'è un gregge che alla fine si esprime sempre in una stessa maniera negativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento