Cronaca

Ville su resti neolitici a Palese, esposto delle associazioni contro Soprintendenza

Approda in Procura la vicenda dell'area su cui, nonostante la presenza di tombe e manufatti risalenti a 8mila anni fa, è previsto la costruzione di edifici residenziali. I firmatari: "Bloccare concezione edilizia e riprendere le indagini archeologiche"

La vicenda della costruzione di un complesso di villette su una parte della necropoli risalente all Neolitico scoperta a Palese approda in Procura: l'associazione Ecomuseo del Nord Barese ha depositato, questa mattina, un esposto contro il rilascio del nulla osta da parte della Soprintendenza Archeologica regionale, passo avanti indispensabile per l'edificazione delle abitazioni. Nella denuncia, le associazioni richiedono anche "la prosecuzione delle indagini archeologiche nelle aree adiacenti e il blocco del rilascio della concezione edilizia".

L'esposto, la cui copia è stata consegnata al Comune di Bari, assieme alla proposta progettuale per un 'Arcipelago Archeologico Metropolitano', segue alle circa 400 firme raccolte dai promotori dell'iniziativa. Sabato scorso, davanti al terreno in via Vittorio Veneto, c'è stata una manifestazione per dire no al cantiere. La Soprintendenza, nelle settimane precedenti, aveva terminato le operazioni di scavo, interrando l'area, ricca di resti risalenti a oltre 8mila anni fa. A nulla, fino a questo momento, sono valse le lettere di chiarimento inviate dalle associazioni all'Ente e gli interrogativi, sollevati sull'opportunità del progetto anche da alcuni consiglieri comunali.

Schermata 2015-02-26 alle 13.58.40-2Schermata 2015-02-26 alle 13.59.07-2Schermata 2015-02-26 alle 13.59.58-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ville su resti neolitici a Palese, esposto delle associazioni contro Soprintendenza

BariToday è in caricamento