rotate-mobile
Cronaca

Presunta falsificazione di verbale di un testimone: chiesto processo per pm barese Ruggiero

L'inchiesta è a cura della Procura della Repubblica di Lecce. Il magistrato è accusato di falso ideologico. I fatti contestati risalirebbero al 2014

E' stato chiesto il rinvio a giudizio nei confronti del pm della Procura di Bari Michele Ruggiero, accusato di falso ideologico con riferimento alla presunta falsificazione del verbale di un testimone nell'ambito di un procedimento che riguarda il periodo in cui era in servizio alla Procura di Trani. Lo riporta l'Ansa.

La richiesta è stata avanzata dalla Procura di Lecce. La questione contestata al magistrato risalirebbe al 6 settembre 2014. In base alle imputazioni dell'inchiesta condotta dalla pm leccese Roberta Licci, Ruggiero avrebbe sintetizzato le parole di un testimone "in modo del tutto distonico rispetto alle effettive dichiarazioni", con riferimento al presunto coinvolgimento dell'ex vicesindaco di Trani Giuseppe Di Marzio in un ipotizzato episodio di richiesta di tangenti. Il presunto falso verbale, spiega ancora l'Ansa, sarebbe stato poi posto a fondamento dell'arresto per tentata concussione di Di Marzio, il quale nel processo riguardante il presunto 'Sistema Trani', ad oggi ancora in corso, ha rinunciato alla prescrizione.

Ruggiero, secondo i magistrati leccesi, avrebbe anche omesso di depositare il cd con la fonoregistrazione integrale della testimonianza, "la cui esistenza emergeva sono a novembre 2019" nell'ambito del dibattimento in corso nella città della Bat.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunta falsificazione di verbale di un testimone: chiesto processo per pm barese Ruggiero

BariToday è in caricamento