Cronaca

Uccise un'anziana durante una rapina, condannato a 26 anni di carcere

E' stata emessa oggi la sentenza di condanna per il 35enne Ottavio Mastrochirico, accusato di aver ucciso l'84enne Maria Mancini durante un tentativo di rapina avvenuto a Polignano il 7 maggio 2010. Ad incastrare l'assassino l'esame del dna su un mozzicone di sigaretta trovato sul luogo del delitto

Dovrà scontare 26 anni di carcere l'assassino di "nonna Maria", l'84enne di Polignano uccisa durante un tentativo di rapina il 7 maggio dello scorso anno. A uccidere Maria Mancini, da tutti conosciuta in paese come "nonna Maria", fu il 35enne Ottavio Mastrochirico, originario di Conversano.

L'OMICIDIO - Secondo gli investigatori, quel giorno Mastrochirico si sarebbe introdotto nell'abitazione dell'84enne con l'intenzione di rapinarla, ma incontrando la resistenza della donna l'avrebbe ripetutamente colpita con calci e pugni alla testa e all'addome, fino ad ucciderla. Ad inchiodare l'omicida, l'esame del dna effettuato su un mozzicone di sigaretta ritrovato nell'abitazione della vittima.

LA CONDANNA -  Il pm Manfredi Dini Ciacci aveva chiesto al giudice l'ergastolo per omicidio volontario. La pena inflitta è stata invece di 26 anni di reclusione, per le accuse, oltre che di omicidio, anche di tentata rapina e violazione di domicilio. Con le stesse accuse è indagata in un procedimento connesso la moglie dell'imputato, la 26enne Sara Viola.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un'anziana durante una rapina, condannato a 26 anni di carcere

BariToday è in caricamento