Raccolta porta a porta, da domani la distribuzione dei kit a Santo Spirito

Si entra nel vivo con la 'rivoluzione' della differenziata. Gli eco-facilitatori consegneranno pattumelle e bidoncini a circa 6600 utenze tra residenziali e commerciali

La 'rivoluzione' del porta a porta è praticamente dietro l'angolo. La prossima sarà la settimana in cui verrà avviato, di fatto il passaggio, con la distribuzione, già da domani pomeriggio, dei kit con pattumelle e cestini per ogni singola utenza.  Si comincerà con la prima sotto-zona del piano previsto da Comune, Amiu e Conai, ovvero Santo Spirito: i 6600 'pacchetti' destinati ad ogni abitazione e utenza commerciale del quartiere verranno consegnati dai facilitatori reclutati tra gli studenti universitari. Due squadre da 5 per circa 13 ragazzi impieganti in questa prima fase. Chi non sarà presente in casa al momento della consegna, riceverà una cartolina che lo inviterà a raggiungere l'infopoint più vicino per ritirare il kit, composto da un cestino sottolavello da 10 litri, un contenitore da 20 litri per l'organico, 3 da 40 litri per vetro, carta e non riciclabile, 1 fornitura per un annua di sacchi in carta biocompostabili (utilizzabili per l'organico) e un'altra di buste in plastica per la raccolta di metalli e scarti plastici, il tutto assegnato ad ogni utente con apposito codice di identificazione.

Gli abitanti del quartiere si stanno preparando a un cambiamento radicale delle loro abitudini, informandosi e chiedendo chiarimenti. Ieri, nel giardino don Cosimo Stellacci, si è svolta una vesta organizzata da Comune e Amiu per spiegare ai cittadini il meccanismo di conferimento. Animatori, artisti di strada e giocolieri con l'obiettivo di coinvolgere genitori, nonni e bimbi: "Sono fiducioso - spiega l'assessore comunale all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -, la reazione degli abitanti è stata positiva. Ovviamente c' sempre qualche dubbio", in particolare per i palazzi con più di 8 inquilini, dove saranno consegnati contenitori dedicati al condominio, "ma tutti sono disposti a qualche sacrificio pur di vedere eliminati i bidoni dalla strada". I cassonetti, infatti, saranno eliminati non appena verrà ultimata la distribuzione delle pattumelle.

Su un ogni bidone stradale verrà apposto un adesivo che indicherà il giorno in cui questo 'sparirà'. Non appena sarà avviato il servizio a Santo Spirito, si passerà a Palese e quindi a Catino-Enziteto e, infine, a San-Girolamo-Fesca-Marconi. Sul fronte dei 'facilitatori', dopo i disguidi segnalati nelle scorse settimane, il Comune è pronto ad allargare la platea dei partecipanti: la prossima settimana sarà firmato un protocollo d'intesa col Politecnico che permetterà agli studenti di partecipare al bando, "a seguito - spiega Petruzzelli - delle tant erichieste pervenuteci dai ragazzi di quest'università"-

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento